Breadcrumbs

Se si vuole l’unità bisogna perseguirla

Risposta ai compagni di Progetto Comunista

 

 

I militanti di Rifondazione Comunista che si sono recati a Roma il 25 settembre per partecipare alla manifestazione nazionale del partito si saranno probabilmente imbattuti in un volantino di Progetto Comunista dal titolo: “Una proposta congressuale alternativa rivolta a tutti i compagni e le compagne di Rifondazione Comunista, al di là di ogni vecchia divisione di mozione”.

  Verso il 6° Congresso di Rifondazione

"Nasce la ‘Grande Alleanza democratica’, come ha annunciato Romano Prodi, e nasce con un profilo nettamente spostato a sinistra sulle due questioni essenziali: la politica economica e la guerra.” Con queste parole il quotidiano del Prc Liberazione ha salutato gli esiti del vertice dell’11 ottobre che ha messo il sigillo sull’alleanza fra Prc e centrosinistra.

Tanto entusiasmo appare del tutto ingiustificato alla luce dei reali contenuti dell’accordo siglato nel vertice. Come vedremo, la sostanza delle decisioni costituisce una drammatica rinuncia da parte del Prc e un passo indietro su terreni decisivi.

3-4 luglio 2004

Il risultato delle elezioni europee e amministrative apre la crisi del governo Berlusconi. Tre anni di intense mobilitazioni di massa, dal movimento contro la guerra al risveglio operaio di Melfi, hanno eroso le basi di consenso della destra. Si smentisce la tesi di chi vedeva nella vittoria del Polo del 2001 uno spostamento a destra della società italiana destinato a durare nel tempo.

Il 3-4 luglio scorsi, la riunione del Comitato politico nazionale (Cpn) del Prc ha aperto il percorso che condurrà al prossimo congresso nazionale del partito, previsto per la prossima primavera.

Il dibattito si è concluso con la presentazione al voto di ben sei documenti contrapposti, frutto, come vedremo, della scomposizione delle aggregazioni di maggioranza e minoranza che erano emerse allo scorso congresso (2002).

Tribuna congressuale - Rompere con Prodi

Come lottare contro la precarietà

La questione della frammentazione della classe lavoratrice entra spesso nel dibattito del partito. Questo congresso non fa eccezione.

Ordine del giorno approvato al congresso federale di Bologna

FIAT
Le crisi industriali pongono il problema di chi deve controllare la produzione

Il congresso del Partito della Rifondazione comunista di Bologna esprime il proprio pieno appoggio alla lotta dei lavoratori della Fiat e delle aziende in crisi e in ristrutturazione, contro le chiusure, le delocalizzazioni ed i licenziamenti.

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video