Breadcrumbs

Oltre un milione di lavoratori sudafricani del pubblico impiego ha iniziato uno sciopero nazionale a oltranza a partire da mercoledì 18 agosto per rivendicare aumenti salariali e migliori condizioni di lavoro. Lo sciopero è ormai entrato nella seconda settimana e il governo ha lanciato una repressione senza precedenti nei confronti dei lavoratori in lotta.

Quella che molti ritengono sia stata una tra le più epocali tornate elettorali nel Sudafrica del dopo-apartheid si è finalmente conclusa. Nell’ultimo decennio è diventato chiaro che la politica sudafricana è ancora in gran parte decisa dalle questioni di razza e di classe. Queste elezioni hanno lo hanno dimostrato più che mai.

Dopo settimane di scontri e di manifestazioni di massa, il presidente del Madagascar, Ravalomanana, si è dimesso. Al suo posto si è insediato l’ex sindaco della capitale Antananarivo, Rajoelina. Le proteste che hanno travolto Ravalomanana sono scoppiate per le intollerabili condizioni di vita in cui si trova la maggior parte della popolazione malgascia.

Di notte il cielo sopra il Delta del Niger è illuminato – enormi lingue di fuoco lanciano le loro fiammate velenose nel cielo notturno, nelle acque e nei campi. Di notte, in un cortile della prigione di Port Harcourt, lo scrittore e militante Saro Wiwa e altri otto detenuti subiscono l’esecuzione, tra le voci di condanna internazionali, da parte della giunta militare del Generale Sani Abachi, colpevoli di aver “istigato e provocato” l’uccisione di quattro anziani del villaggio di Ogoni sul Delta del Niger.

Nella “guerra globale al terrorismo” gli Stati Uniti hanno bisogno di definire di volta in volta quelli che sono i propri alleati. Così può succedere che quelli che solo 13 anni fa erano considerati “i nemici della libertà” diventino di colpo soci da arruolare nel nuovo fronte da aprire contro il fantasma di Al Qaeda.

 

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video