Breadcrumbs

Sciopero generale

contro la guerra e il governo che la sostiene

Con l’inizio dei bombardamenti nei Balcani, il capitalismo mostra a milioni di lavoratori la sua natura di sistema violento e barbaro.

Era da oltre mezzo secolo che i lavoratori europei non si trovavano di fronte a una guerra che vedesse l’uso indiscriminato di armi ad altissima tecnologia, con un tale potenziale di distruzione.

Nei Balcani è stata messa in atto dalla Nato la solita politica del divide et impera, a partire dal ‘91 quando l’imperialismo ha cavalcato i sentimenti nazionali per ritagliare le proprie sfere d’influenza e il proprio "diritto" a controllare il territorio, a sfruttare i mercati e le risorse locali.

La Nato riaccende la bomba Kosovo

Come era facilmente prevedibile sono ripresi i conflitti in Kosovo. L’accordo Milosevic-Holbrooke non poteva mettere radici nella misura in cui non era sottoscritto dalla parte albanese, ma soprattutto perché basava il cessate il fuoco sulla sconfitta militare inflitta dall’esercito jugoslavo all’Uck.

Dopo l’accordo Holbrooke-Milosevic

Le mani occidentali sul Kosovo

L’accordo Holbrooke-Milosevic pare abbia convinto quest’ultimo a ritirare le truppe speciali dal Kosovo. L’ultimatum del 27 ottobre, mentre scriviamo, non è ancora scaduto, ma tutto lascia prevedere che l’intervento militare sia stato scongiurato soprattutto per la chiara opposizione della Russia e delle potenze europee (in testa Francia e Italia).

 

Intervento militare in Kosovo:

in difesa di chi?

 

 85 aerei Nato di cui 28 statunitensi, 9 tedeschi e 6 italiani hanno sorvolato per cinque ore Albania e Macedonia a scopo dimostrativo per intimorire Milosevic. Il rombo dei cacciabombardieri però, almeno apparentemente, non ha smosso di un centimetro la Serbia. Quali sono le ragioni di questa corsa verso il baratro?

 

Kossovo: la miccia dei Balcani

 

Il massacro in Kossovo dei civili ad opera dell’esercito jugoslavo e le crescenti tensioni militari in tutta la zona hanno riproposto all’attenzione dell’opinione pubblica la crisi dei Balcani, a cui le potenze capitaliste non sono assolutamente capaci di dare soluzione.

 

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video