Breadcrumbs

Casa-lavoro e lotta!


Circa un anno fa, il 7 marzo 2008 iniziava una delle più importanti lotte degli ultimi decenni che si possa ricordare in Canton Ticino, la lotta degli operai delle Officine delle Ferrovie di Bellinzona, contro il tentativo di chiusura. 430 operai, togliendo la parola al rappresentante delle FFS, proclamano uno sciopero ad oltranza per 35 giorni, durante i quali l’azienda venne occupata dai lavoratori.

Di fronte ai problemi economici che investono il mondo del lavoro, si potrebbe pensare che un tale argomento rivesta un ruolo del tutto marginale nello scontro di classe. Un’analisi più attenta, però, dimostra come le discriminazioni nei confronti delle donne siano strettamente legate ad una politica che mira ad indebolire l’unità e il potere contrattuale dei lavoratori.

La guerra in famiglia
 

In un sondaggio recente il 70% degli intervistati ha dichiarato di ritenere che la cosa di cui ha più paura è “la violenza causata dagli stranieri”. Abbiamo così l’ennesima prova della validità della teoria di Goebbels, secondo cui una falsità, se ripetuta molte volte diventà verità.

Anche a Parma, donne di vari gruppi e associazioni di sinistra, tra cui Prc e Giovani Comunisti, hanno deciso di organizzarsi per rispondere a chi si sta arrogando il diritto di decidere del nostro corpo e della nostra sicurezza, a chi mina la nostra autodeterminazione e mette in discussione diritti faticosamente conquistati.

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video