Breadcrumbs

La crisi economica mondiale ha deteriorato a tal punto le finanze pubbliche in tutto il mondo che l'ultimo World Economic Outlook del Fondo Monetario Internazionale ha giustamente come titolo “Affrontando alti debiti e una bassa crescita". Un capitolo del WEO è specificamente dedicato ad analizzare alcuni esempi storici per vedere se ci sono lezioni per  l'oggi[1]. L'esito è molto interessante.

Lo scorso 6 settembre la Banca centrale Europea (Bce) ha varato tra il plauso generale il programma Omt (operazioni monetarie dirette): acquisti illimitati di titoli di Stato con scadenza tra uno e tre anni dei paesi dell’eurozona che ne facessero richiesta. Come accaduto con la Grecia, lo Stato che accede all’Omt deve sottoscrivere un memorandum dove si impegna ad invasive misure d’austerità.

A partire dalla seconda metà degli anni novanta molti enti locali hanno cominciato a utilizzare derivati finanziari(1) per ottenere risorse aggiuntive. L’esito è stato disastroso. Sotto il profilo penale, i tribunali decideranno chi pagherà per tali pratiche, ma il costo sociale sarà ovviamente a carico dei lavoratori sotto forma di più tasse e meno servizi.

Inseguendo il dibattito sulla necessità di dotare l’Unione europea di una vera integrazione politica economica e finanziaria, la cui assenza sarebbe all’origine del buio pesto che avvolge l’euro, si è riunito lo scorso 28 giugno un Consiglio europeo al quale sono stati attribuiti immaginifici poteri di salvataggio della moneta unica, a dispetto di una realtà impietosa.

Abolite le pensioni di anzianità e demolito l’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, il governo dell’unità nazionale ha riaperto il dossier privatizzazioni, avanzando una serie di proposte per monetizzare una parte del patrimonio degli enti locali e dello Stato, al fine di ridurre il debito pubblico.

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video