Breadcrumbs

“Produttività o morte”, strepitano i padroni. La produttività è persino patriottica e Napolitano, nel suo ennesimo monito (in questo è produttivo), invita i politici a votare una riforma del mercato del lavoro che “accresca la produttività”. I vertici sindacali, Cgil compresa, si affannano a promettere a Confindustria una collaborazione per aumentare la produttività del “sistema Italia”, nella speranza di ottenere tavoli di confronto. Ma cosa c’è dietro questa ossessione?

La seconda assemblea nazionale No Debito del 17 dicembre è stata sicuramente positiva. Oltre 500 militanti impegnati nel sindacato e nelle principali vertenze si sono incontrati a Roma sancendo una continuità importante con l’iniziativa di fondazione del Comitato avvenuto il primo ottobre. Questo non era scontato anche perché mentre il primo ottobre l’iniziativa si inseriva nel percorso del movimento che poi è sfociato nel corteo del 15 ottobre a Roma questa volta non vi erano grandi appuntamenti di movimento in vista.

La zona euro sta attraversando la crisi più grave della sua storia. Dopo la Grecia arriva la crisi italiana che pone un grosso punto interrogativo sul futuro dell’area. Avevamo previsto tempo fa che in una grave crisi, tutte le contraddizioni nazionali sarebbero venute alla ribalta, come ora vediamo con i rapporti tesi tra Grecia, Francia, Germania e Italia. L’Unione Europea è alla resa dei conti.

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video