Breadcrumbs

Ad un anno dalla conferenza un bilancio critico

 

La crisi dei Giovani Comunisti (Gc) di Avellino sembra essere giunta ad un punto cruciale: nel prossimo mese di Ottobre una conferenza straordinaria dovrà dare all`organizzazione giovanile irpina il coordinamento che finora è mancato. Da oltre un anno infatti, i Gc sono privi dell`organismo dirigente e conseguentemente sono senza un valido e condiviso indirizzo politico.

Un primo bilancio

Tutti i risultati della conferenza 

Scriviamo alla vigilia dell’ultimo atto della Conferenza Nazionale dei Giovani Comunisti: l’assise nazionale del 4-7 luglio. Qualche Conferenza provinciale si sta tenendo in queste ultime ore, tuttavia è possibile abbozzare un primo bilancio a caldo.

Come sostenitori del quarto documento possiamo ritenerci soddisfatti. Partivamo dal 5%, alla fine raccoglieremo un consenso superiore al 7%. Non è che l’inizio.

Giovani Comunisti

Si è aperta ufficialmente la Conferenza Nazionale dei Giovani Comunisti, l’organizzazione giovanile di Rifondazione. Questa scadenza acquisisce enorme importanza. Un’inversione di linea della principale organizzazione giovanile comunista in Italia non è rinviabile. La ripresa delle mobilitazioni sociali in Italia e a livello internazionale apre enormi possibilità all’azione ed alle idee dei comunisti. La linea sposata dagli attuali vertici dei Giovani Comunisti ha dimostrato di non essere in grado in nessun modo di capitalizzare tali possibilità.

Qualche mese fa i Giovani Comunisti di Venezia, tutti convintamente confluiti nell’area dei "disobbedienti" hanno occupato un edificio a Venezia centro storico, un ex scuola elementare che da anni dovrebbe essere restaurata e adibita ad asilo nido. È iniziata così l’esperienza del Centro sociale "Zona Bandita".

"Non abbiamo cambiato nome, non abbiamo cambiato simbolo. Per il resto dobbiamo cambiare tutto. Tutto". Questa è stata la frase con cui il Coordinatore Nazionale dei GIovani Comunisti De Cristoforo ha iniziato il suo intervetno al Congresso Nazionale di Rifondazione Comunista. Salviamo le apparenze, quindi, per il resto gettiamo a mare tutto.

15-16 dicembre

Inizia il congresso di Rifondazione Comunista

Nella riunione del Comitato Politico Nazionale (Cpn) del 15 e 16 dicembre è stata approvata la bozza dello Statuto che verrà sottoposta al vaglio del V congresso nazionale del Prc, che si terrà dal 4 al 7 aprile 2002. La "proposta unitaria" (così è stata presentata dal palco) della commissione Statuto è stata sottoposta a un vero e proprio tiro al bersaglio da parte del Cpn. La discussione più controversa è stata quella sul preambolo, ma il dibattito si è concentrato anche su altri punti dirimenti: discriminazione positiva, riduzione degli organismi dirigenti, diritto di tendenza.

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video