Breadcrumbs

Questo è quanto emerge da una recente analisi del centro d’indagine Coldiretti: il 51% dei giovani del nostro paese è pronto ad emigrare. Le cause sono evidenti: la disoccupazione giovanile  ha ormai raggiunto il 42%. Ma quali sono le condizioni in cui vivono i giovani migranti italiani? Ad esempio in Australia, in cui si trovano attualmente più di 15mila italiani, le condizioni di lavoro sono di aperto sfruttamento. Secondo uno studio riportato anche sul Corriere della sera (fatto ovviamente passare in sordina) principalmente si finisce a lavorare nelle “farm”, le aziende agricole dell’entroterra, dove per tre mesi si raccolgono patate, manghi e uva. Diversi ragazzi inglesi e asiatici hanno raccontato storie di molestie, abusi e violenze sessuali.

Leggi tutto...

BOLOGNA – Ormai non c’è anno scolastico che non termini con un attacco, o una provocazione, ai lavoratori dell’infanzia. Quest’anno si tratta dell’annuncio di una riflessione sull’apertura serale, nei week end e d’estate dei “servizi educativi” per l’infanzia: siccome il mondo del lavoro è ormai flessibile bisogna che lo siano pure i servizi.

Leggi tutto...

Il 25 giugno con 159 voti a favore e 112 contrari il Senato ha approvato la riforma scolastica inviandola alla Camera per quella che dovrà essere l’ultima approvazione. Il vero scoglio nell’iter di approvazione quindi è stato superato. Il governo per superare le resistenze delle opposizioni e della piazza ha usato tutta l’arroganza e la prepotenza di cui disponeva: prima ha minacciato che in caso di mancata approvazione della riforma avrebbe fatto saltare le 100mila assunzioni di precari poi, visto che la mobilitazione continuava, ha posto la fiducia sul provvedimento sottraendosi dalla discussione parlamentare. Quello che deve far riflettere del procedimento di approvazione però è come questa arroganza si sia alternata a continui stop e rinvii che di fatto combaciavano sempre con l’ascesa e la radicalizzazione della mobilitazione. Quando la mobilitazione è diminuita il governo ha di nuovo ripreso ad accelerare verso il via definitivo. Questo mostra che dietro la patina di arroganza renziana, il governo era debole e si sarebbe potuto sconfiggere.

Leggi tutto...

Scriviamo a pochi giorni dall’approvazione alla Camera della “Buona scuola”. Alcune cose già sono chiare: la prima è che l’opposizione della cosiddetta sinistra del Pd è inesistente, a tratti grottesca, in ogni caso inutile per una lotta seria contro la progressiva privatizzazione della scuola; la seconda è che la partita messa in campo dai docenti e appoggiata dagli studenti contro la riforma è ancora tutta aperta e certo non terminerà con la chiusura di quest’anno scolastico.

Leggi tutto...

Il 5 maggio scorso decine di piazze si sono riempite di studenti, professori e personale scolastico riunito per protestare contro il ddl “Buona scuola”. La partecipazione allo sciopero è stata un successo, con più dell’80% dei partecipanti tra i lavoratori del comparto scuola.

Leggi tutto...
Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video