Breadcrumbs

 

greece_demo.jpg

La dichiarazione della Bce di non accettare i titoli di Stato greci pone immediatamente davanti a un bivio il governo di Tsipras. I governi “progressisti” europei hanno tolto la maschera e hanno appoggiato senza riserve il diktat di Draghi.

Nel giro di pochi giorni, la borghesia internazionale ha spiegato nella maniera più brutale che non permetterà che Syriza realizzi nemmeno la più moderata delle proposte con cui ha vinto le elezioni del 25 gennaio.

Syriza-cbAlla vigilia delle elezioni politiche in Grecia riemergono, irrisolti, tutti i nodi della crisi europea.
Il leader di Syriza Alexis Tsipras, indicato come probabile vincitore, sottolinea come oggi “Syriza non viene più considerata un grave pericolo, come nel 2012, bensì come uno stimolo al cambiamento” (intervento sull’Huffington Post del 6 gennaio).

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video