Breadcrumbs

Se non ora quando?

Il governo uscito dalle elezioni di aprile è il più reazionario della storia della Repubblica!
Con l’eliminazione della sinistra dal parlamento e con un Partito democratico di cui tutto si può dire tranne che rappresenti un’alternativa alla destra e a Confindustria, Berlusconi e padroni convinti di non aver più ostacoli stanno presentando il conto ai lavoratori.

A tutti facciamo appello a partecipare alla manifestazione portando in piazza le proprie rivendicazioni, le proprie lotte, la propria determinazione a cambiare un finale che la destra crede già scritto. Solo così questa manifestazione non sarà né una sfilata, né un rito, ma il trampolino di lancio per un autunno di lotta e di opposizione contro l’offensiva padronale.Istruzione pubblica, pubblico impiego, precarietà ancora più spinta (vedi il decreto Brunetta), repressione nei luoghi di lavoro (il caso del delegato macchinista Dante De Angelis), criminalizzazione degli immigrati, ulteriore affossamento del mezzogiorno (la cosiddetta riforma federalista). A cui va aggiunto una previsione di oltre 50mila posti di lavoro in esubero di cui migliaia in Alitalia sono solo l’inizio. L’attacco alla scuola e alla contrattazione nazionale, forte anche della direttiva europea sull’allargamento della settimana lavorativa fino a 65 ore, rappresentano il tentativo di tornare a prima delle conquiste del 1968 e dell’Autunno caldo. Aspirano a una scuola solo per ricchi e ad avere completa mano libera nei luoghi di lavoro.

Vogliono farci pagare il conto della crisi economica internazionale di cui sono gli unici responsabili. Tagli allo stato sociale e ai servizi pubblici, eliminazione di ogni diritto, massimo profitto ai padroni e ulteriori sacrifici ai lavoratori. Queste le parole d’ordine con cui si muovono. Intanto i lavoratori continuano a essere sempre più poveri, sfruttati e a morire nelle aziende.

Nei prossimi giorni e mesi ci giocheremo la possibilità o meno di fermarli. In campo non c’è solo la difesa dei nostri diritti e dei posti di lavoro, c’è la prospettiva di dar vita a un sindacalismo di classe che difenda realmente gli interessi delle lavoratrici e dei lavoratori.

L’11 ottobre può e deve diventare un primo importante momento di alleanza fra coloro che sentono la necessità di reagire a questi attacchi. Per rompere l’isolamento con il quale il padronato intende infliggere una sconfitta definitiva.

Non ci interessa un 11 ottobre dove si raccolgono i cocci di quella che fu la sinistra di governo uscita sconfitta dalle elezioni. Vogliamo una manifestazione di tutti quelli che vogliono resistere e sconfiggere gli attacchi di Confindustria e Governo.

Rivolgiamo questo appello agli insegnanti, agli studenti, ai lavoratori Alitalia in lotta per il lavoro, ai lavoratori precari e non senza contratto, a chi, nel sindacato, lotta contro la deriva concertativa.

Perché dal giorno dopo alla manifestazione tutte le lotte che attraverseranno il paese possano essere più forti ed incisive.

25 settembre 2008

Info: 3392107942-3405041453

Per adesioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scarica il testo dell'appello in formato pdf


Antonio Santorelli - delegato Fiom Cgil Avio Pomigliano (NA)
Paolo Brini - Comitato centrale Fiom Cgil
Lucia Bisetti - operaia Azimut di Avigliana (TO), esecutivo provinciale Cobas
Paolo Grassi - direttivo regionale Lombardia Cgil
Francesco Santoro - Rsu Terim Modena
Emilio Fois - Rsu S&B Industrial Minerals, Olmedo (SS)
Edgar Banja - Rsu Fiom Cgil Danieli, Udine
Antonio Forlano - Rsu Ups Milano
Laura Parozzi - Rsu Ups Vimodrone (MI)
Paola Polelli - Rsu Ups Vimodrone (MI)
Antonio Mangione - Rsa Appalti ferroviari Milano
Giuseppe Lania- Rsu Ipercoop Sesto San Giovanni (MI)
Lorenzo Esposito - delegato Rsa Banca d’Italia Milano
Francesco Papa - Rsa Infratest Nidil Cgil Milano
Vincenzo Di Blasi - Rsu Fiom FGS Colombo Spa - S.Giorgio su Legnano (Mi)
Davide Bacchelli - Rsu Fiom Gruppo IMA Bologna
Orlando Maviglia - Rsu Fiom Motori Minarelli Bologna
Giamplacido Ottaviano - Rsu Fiom Bonfiglioli Bologna
Serafino Pirillo - Rsu Fiom Bonfiglioli Bologna.
Gian Pietro Montanari - Rsu Fiom Cesab Bologna
Ilaria Pietrafesa - Rsa FP Cooperativa sociale La Rupe (Bo)
Simone Raffaelli - Rsa FP Cooperativa sociale Libertas (Bo)
Carlo Simoni - Comitato degli iscritti Flc-Cgil Università di Bologna
Mario Iavazzi - Direttivo Funzione Pubblica Cgil Bologna
Ivan Serra - operaio Fiom RCM di Monteveglio (BO)
Davide Tognoni - delegato Rsu FP-CGIL - Comune di Rolo (RE)
Daniele Prampolini - Seg. Circolo Prc aziendale Terim "Lenin"
Matteo Parlati - Rsu Fiom Cgil Ferrari Maranello (Mo)
Antonino Grimaldi - Rsu Flai Cgil Inalca (Mo)
Giuseppe Violante - Direttivo Fiom Modena Maserati
Piero Ficiarà - Direttivo Fiom Modena Terim
Remo Di Legge - Direttivo Fiom Modena, licenziato politico
Diana Terzi - Cordinamento Precari Scuola Cgil Modena
Simona Bolelli - Direttivo Slc-Cgil Modena,
Francesco Giliani - Coordinamento Precari Scuola Cgil Modena
Ferdinando De Marco - programmatore ER-sistemi, Collecchio (PR)
Davide Ledda - operaio metalmeccanico, CFT, Parma
Orietta Piazza - delegata Cgil Camera di Commercio –Pavia
Alessandro Antonini - Rsu della TAT di Roteglia (Reggio Emilia)
Alberto Bertoli - delegato Fiom Rsu Gasket International Bergamo
Clarisa Garcia - operatrice socio sanitaria Cgil, Torino
Carlos Caceres - operaio Ilte di Moncalieri (TO)
Fortunato Lania - lavoratore Atm Milano
Francesca Esposito - lavoratrice Atm Milano
Domenico Minadeo - Metaltarghe Srl , Bolgna
Andrea Davolo - università di Parma, coord. prov. Nidil Cgil
Stefano Quaglia - Casa musicale Varese-Parma, Filcams Cgil
Mauro Demichele, RAF-Phonemedia, Slc-Cgil
Marco Albè - università Pavia, Snur Cgil
Luca Pezza - Michelin, Filcem Cgil
Barbara Bellina - scuola dell’infanzia, Fp Cgil Milano
Enrico Duranti - Mombrini srl Bergamo, Fillea Cgil
Giuseppe Marazzi - Ups Milano, Filt Cgil
Elisabetta Rossi - ospedale universitario di Udine, Fp Cgil
Patrizia Fiammelli - ospedale di Campobasso, Fp Cgil
Pierugo Sorbo - Cons. agr. prov Pavia - Mag ricamba, Flai Cgil
Fulvio Battisti - operaio acciaieria Lucchini Piombino
Alessandro Villari - avvocato del lavoro, Milano
Stefano Meacci - Umbro Label, Perugia
Rosanna Minadeo - operaia Roncarati, Bologna
Gianluca Pietri, insegnante ITC Pascal, Reggio Emilia
Enrico Borella - Sella Arredamenti, Como
Fiorella Scagliarini -docente università di Venezia Ca’ Foscari
Serenella Ricci - impiegata Provincia di Milano

 NUOVE ADESIONI

Antonio Recano - Comitato centrale Fiom Cgil
Giuseppe Salamone  - Rsa Coop 25 aprile, direttivo Filcams-Cgil Palermo
Antonio Centonze - operaio Tecnoparco Valbasento Pisticci (MT)
Paride Mastronardi - operaio Tecnoparco Valbasento Pisticci (MT)
Gino Frescura - studente ITIS Matera (MT)
Angelo Dimucci - disoccupato Miglionico (MT)
Gianni Bruni - studente Istituto Magistrale Matera (MT)
Carlo Flumine - pensionato Miglionico (MT)
 Marcelo Galati, operaio metalmeccanico della Carlo Colombo S.P.A. (ditta in chiusura)
Maddalena Antonini - direttivo e segreteria CGIL FP Trieste
Catani Massimiliano - Segretario Circolo PRC Ascoli Piceno
Nicola Sportoletti - Segretario del Circolo PRC Magione (Pg)
Valerio Coropceanu, operaio all'Azimut di Avigliana
Nunzio Vurchio operaio Marzocchi Bologna

Joomla SEF URLs by Artio