Lotta al Precariato - Falcemartello

Breadcrumbs

Febbraio è stato un mese importantissimo per i lavoratori interinali della TIM di Bologna. Dopo la massiccia adesione allo sciopero del 21 dicembre insieme ai dipendenti (vedi FalceMartello n. 153) con un presidio di 300 lavoratori, gli interinali hanno eletto una loro rappresentanza, fatto quasi unico a livello nazionale.

Il precariato si combatte con le lotte!

In occasione del congresso della Cgil si è svolta anche la prima assemblea nazionale del Nidil (Nuove identità di lavoro), che avrebbe il compito di difendere collaboratori, partite Iva e interinali.

Il programma del ministro Maroni

L’ economia mondiale è in recessione, e in questo contesto quella italiana risulta essere uno degli anelli più deboli a livello internazionale.

La competitività delle merci italiane sul mercato internazionale continua a deteriorarsi, creando sempre più problemi nelle esportazioni. Stiamo assistendo a una vera e propria resa dei conti in tutti i settori fondamentali, da quelli tecnologicamente avanzati a settori strategici come quello dell’auto, vedi il caso della Fiat/ General Motors.

Da sette mesi cresce la lotta dei lavoratori

Roma - "I diritti dei lavoratori possono essere conquistati e difesi soltanto dai lavoratori stessi, uniti e organizzati!".

Questo c’è scritto nel primo bollettino di informazione e collegamento dei lavoratori di Atesia (società della Telecom che effettua il servizio di call center per una serie di aziende) e questo è quello che i lavoratori stanno mettendo in pratica, almeno da sette mesi a questa parte.

Una nuova classe operaia pronta ad alzare la testa!

La crescita del settore dei call center di questi anni è senza dubbio un fattore nuovo e importante. E’ diventato un settore che incide in maniera significativa sulle strategie di un numero sempre maggiore di aziende e che, evidentemente, permette una crescita importante, come gli ultimi dati dimostrano, dei profitti.

Ma la domanda a cui dobbiamo dare una risposta è se sono stati modificati i meccanismi di produzione, se dunque i rapporti di produzione in questo settore sono diversi da quelli che storicamente abbiamo conosciuti. A noi pare, dopo un’attenta analisi, di poter sostenere che non è così.

Ups

MILANO - Come nelle famose scene del film di Chaplin, anche gli operatori di call-center in Ups devono sopportare ritmi di lavoro intollerabili e, come Charlot, vengono metaforicamente catturati e trascinati dagli "ingranaggi" della fabbrica. Nel nostro caso gli ingranaggi sono tanto fisici, come essere legati al telefono per mezzo della cuffia e avere ridotte possibilità di movimento, quanto "immateriali": procedure contraddittorie o contorte, continue pressioni a tenere alta la produzione ecc.

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video