Breadcrumbs

Uno sciopero che non si vedeva da 30 anni

 

Dalle colonne del nostro mensile abbiamo spesso spiegato che l’epoca che stiamo attraversando si caratterizzerà per lotte esplosive, improvvise e di massa, generate spesso da eventi secondari. Lo abbiamo visto tante volte a livello macroscopico in molti paesi. Ma questo tipo di lotte possono rivelarsi in modo altrettanto significativo anche a livello locale.

Milano - L’Ospedale San Raffaele, i delegati della Rsu e tutte le organizzazioni sindacali hanno approvato l’accordo che prevede fino al 31 dicembre 2014: il ritiro dei 244 licenziamenti, il reintegro dei 64 lavoratori già licenziati e il mantenimento del loro contratto nell’ambito della sanità pubblica senza deroghe al contratto nazionale.

Nell’estate del 2011 una lettera di Draghi e Trichet indicò la via al governo Monti che subentrò a Berlusconi: colpire le pensioni di anzianità, rivedere le norme su assunzioni e licenziamenti, liberalizzare e privatizzare, ridurre significativamente il costo dei dipendenti pubblici (riducendone gli stipendi) e rafforzare le regole sul turn over. Lor signori, dunque, sono stati serviti.

Dopo i tentativi, in gran parte realizzati, della commissaria Cancellieri di scaricare sui lavoratori del welfare il taglio di 20 milioni di euro da parte del governo Berlusconi al comune di Bologna, adesso è la volta della giunta di centro-sinistra capeggiata da Merola. Come sempre la causa viene dall’alto e le giunte di centro-sinistra chinano la testa: “c’è il patto di stabilità e quindi bisogna fare i tagli oppure esternalizzare”.

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video