Breadcrumbs

Circa un milione di lavoratori pubblici il 5, 6 e 7 marzo ha votato, dopo quasi 5 anni, per le Rsu nei comparti degli Enti locali, della Sanità, dei Ministeri, degli Enti Pubblici non economici, delle Agenzie Fiscali e della Presidenza del Consiglio con un affluenza al voto di circa il 79%.

Il 28 marzo si è tenuta a Milano l’assemblea nazionale dei delegati e lavoratori che avendo sostenuto all’ultimo congresso il documento “La Cgil che vogliamo” in Funzione Pubblica hanno deciso di costituire l’Area Programmatica in tutti i Direttivi della categoria, sia nazionale che territoriali, come già avvenuto in tutte le altre categorie della Cgil.

Con l'accordo separato siglato a Palazzo Chigi il 4 febbraio, sottoscritto tra gli altri da CSIL e UIL, tali organizzazioni sindacali hanno scelto di correre in soccorso di un Governo in crisi e di espellere la Cgil dal sistema di relazioni sindacali nel pubblico impiego, accettando il blocco del Contratto Nazionale per i prossimi anni e la legge Brunetta.

Dopo il contratto del commercio siglato a luglio, l’avviso comune sul modello contrattuale due settimane fa, è la volta dei lavoratori del settore pubblico, per i quali si profila un accordo separato con la Cgil che non firma. Giovedì 23 ottobre Cisl e Uil hanno detto Sì alle proposte del Governo per il rinnovo del contratto nazionale dei dipendenti pubblici.

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video