Breadcrumbs

A Rimini, tra il 31 gennaio e il 4 febbraio 1991, in occasione del suo XX congresso il Partito comunista italiano veniva sciolto ufficialmente. La maggioranza dei delegati decideva di dare vita al Partito democratico della sinistra, mentre una parte della minoranza che si era opposta al cambiamento del nome fonderà Rifondazione comunista. Il congresso di Rimini fu l’atto conclusivo di un dibattito aspro e intenso che prese il via il 12 novembre del 1989, quando alla Bolognina, quartiere popolare di Bologna, l’allora segretario del Pci, Achille Occhetto, annunciò che il partito avrebbe cambiato la sua denominazione.


Sono passati 30 anni da quel fatidico 14 ottobre 1980 quando per le vie di Torino sfilavano 5mila capi, crumiri e “amici” della Fiat, diventeranno 15mila nei Tg della sera, 30mila per la Stampa, 40 mila per la Repubblica, e come tali verranno ricordati: la marcia dei 40mila. Quel corteo a sostegno della Fiat chiudeva un’intera fase di lotte sociali nel nostro paese.

 

Ricorre quest’anno il novantesimo anniversario dell’occupazione delle fabbriche; settembre 1920: una “rivoluzione mancata” che lasciò un segno indelebile nella storia della lotta di classe italiana. Questo articolo va letto assieme a quello apparso sul numero 226 del nostro giornale (Torino, aprile 1920: Quando la rivoluzione era possibile), di cui costituisce il necessario complemento.

ma l’idea non muore
 
Settant’anni fa Leon Trotskij, esule in Messico, veniva assassinato da un sicario di Stalin, Ramon Mercader. Dal ’29 al ’37 aveva vagato alla ricerca di un paese che gli concedesse asilo, sempre più braccato da Stalin con la collusione di paesi “democratici” come Francia e Norvegia.

 
La repressione della rivolta di Kronstadt del '21 merita alcune osservazioni a parte. I marinai di Kronstadt erano stati i figli prediletti dell'Ottobre. Nel '21, naturalmente, non erano più gli stessi del '17. Questi ultimi erano partiti a migliaia per il fronte e per le diverse flottiglie, soprattutto quella del Volga.

Quando la rivoluzione era possibile


In questo numero di Falcemartello iniziamo ad affrontare una delle esperienze rivoluzionarie più interessanti del movimento operaio italiano; quel periodo tra il 1919 ed il 1920, denominato “Biennio Rosso”, quando la rivoluzione socialista in Italia era una questione all’ordine del giorno. Lo “sciopero delle lancette”, esploso a Torino nella primavera del 1920 ne costituisce uno degli episodi decisivi.


Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video