Breadcrumbs

L’anno 2009 è incominciato per la redazione con tante nuove pubblicazioni.

Nei primi quattro mesi abbiamo prodotto una serie di nuovi opuscoli che vanno a ingrossare le file delle nostre pubblicazioni.

In primo luogo abbiamo dato continuità all’impegno preso un anno fa con la pubblicazione dell’opuscolo su Antonio Gramsci, di continuare l’approfondimento sui principali rivoluzionari del novecento. In occasione del novantesimo anniversario della scomparsa della grande rivoluzionaria Rosa Luxemburg abbiamo pubblicato un opuscolo scritto da Dario Salvetti. Con questo contributo vogliamo ricordare una delle più grandi marxiste che la storia abbia mai conosciuto e analizzare i processi che precedettero l’ascesa e la sconfitta della rivoluzione tedesca.

Rosa fu assassinata nella notte del 15 gennaio del 1919, insieme all’altro grande rivoluzionario Karl Liebknecht. Il centro del suo pensiero e della sua attività fu proprio la lotta al riformismo e alla degenerazione burocratica dei dirigenti del movimento operaio, per questo il suo pensiero rimane più attuale che mai.

È uscito inoltre il decimo numero della rivista teorica In difesa del marxismo. I tre testi contenuti nella rivista affrontano il nodo decisivo della crisi capitalistica mondiale. La battaglia che come comunisti dobbiamo portare avanti non può e non deve limitarsi alla denuncia della crisi ma deve offrire risposte.

Il primo articolo a cura di Gabriele Donato e Deborah Ardilli è una risposta a chi nella sinistra tenta di demolire le teorie di Marx. Nel secondo articolo si analizza il caso giapponese, ossia l’esperienza del paese che più di ogni altro negli ultimi 15 anni ha tentato di uscire dalla propria stagnazione economica con politiche di forte spesa pubblica dimostrando come, le ricette keynesiane, non hanno risolto la crisi ma hanno accumulato ulteriori contraddizioni. Infine Alan Woods nell’articolo La crisi la paghino i padroni sviluppa un ampio ragionamento sul punto centrale del programma di transizione, una piattaforma generale che partendo da un’analisi della crisi e dalle esperienze più significative del conflitto di classe su scala internazionale, in primo luogo quelle latinoamericane, possa creare la connessione necessaria fra le lotte difensive e la prospettiva di superamento del sistema capitalista.

Infine è finalmente uscito l’opuscolo Contro la mafia contro il capitalismo, dove  cerchiamo di dare il nostro contributo al dibattito nella sinistra e in Rifondazione sulle origini e le cause del fenomeno mafioso, e quali sono le forze sociali e gli strumenti per debellarlo. Nell’offensiva reazionaria oggi in atto in Italia, la lotta alle mafie riveste un’importanza ancor più significativa per scardinare il progetto autoritario delle destre e dei padroni, per le quali le mafie hanno rivestito sempre il ruolo di prezioso alleato.

La lotta contro la mafia è stata sempre, nei momenti più alti, lotta di classe. Una lotta spesso dimenticata, ma che deve costituire la bussola per gli attivisti di oggi, e che certamente costituisce il filo conduttore di questo lavoro svolta da Roberto Sarti e Giovanni Savino.

Le iniziative editoriali che stiamo portando avanti fanno parte di una già lunga lista di opuscoli e libri pubblicati. Contemporaneamente stiamo lanciando una campagna di abbonamento alla rivista. In questi mesi abbiamo cercato di essere presenti al fianco dei lavoratori in quante più vertenze possibili, su FalceMartello e sul sito marxismo.net, facciamo un costante lavoro di denuncia e di resoconto delle principali mobilitazioni del paese, ma ci sono anche analisi e proposte di lotta che puntano a generare le mobilitazioni per estendere il conflitto in ogni angolo del paese.

Per continuare questo lavoro abbiamo bisogno del tuo sostegno politico e finanziario, vale la pena di abbonarsi aiutandoci ad andare avanti.

Joomla SEF URLs by Artio