Breadcrumbs

Verso il sesto congresso del Prc

 

Il secondo documento in discussione al congresso del Prc (Essere Comunisti) in un passaggio rivendica: “il riconoscimento dell’identità del popolo sardo e le sue istanze di autogoverno”.

Si tratta di una questione importante che non può essere affrontata in poche righe; abbiamo deciso pertanto, come sostenitori della quinta mozione di iniziare ad approfondirla, non banalizzandola o peggio trasformandola in uno specchietto per le allodole alla conquista di voti a buon mercato.

Rompere con Prodi,
preparare l’alternativa operaia

Il dibattito del VI congresso di Rifondazione comunista sta entrando nel vivo. Son già centinaia le riunioni locali (comitati provinciali, assemblee pubbliche, dibattiti) nelle quali abbiamo avuto modo di aprire il confronto con migliaia di compagni. È possibile trarre quindi un primo bilancio politico di questo confronto.

Ci sarà il nostro documento al VI congresso del Prc

 

Nel Comitato politico nazionale del 20 novembre, sono state presentate 7 diverse mozioni. Di queste solo 5 rispettano i requisiti previsti dal regolamento e parteciperanno in qualità di documenti nazionali al congresso nazionale che si terrà dal 3 al 6 marzo (i congressi di circolo partiranno a inizio gennaio).

Un’altra Rifondazione e possibile, ma per andare dove?


Vogliamo esprimere alcune valutazioni sul documento “Un’altra rifondazione è possibile” sottoscritto dai compagni Malabarba, Cannavò ed altri. Nella loro presentazione i compagni ci tengono a precisare che la loro elaborazione è frutto di un lavoro collettivo e che proviene da tante realtà locali e di movimento. Ovviamente noi auguriamo ai compagni di aver trovato tante nuove adesioni, tuttavia siccome fra i presentatori vi sono compagni dirigenti di spicco, il nostro capogruppo al Senato ad esempio, e appartenenti ad un’area ben precisa, per chiarezza e per semplicità ci riferiremo a loro come ai compagni di Erre. Speriamo non ce ne vorranno.

L’area della rivista l’Ernesto ha portato avanti sino in fondo una battaglia per poter giungere ad un congresso con mozioni emendabili, nella dichiarata volontà di porsi come emendatari del documento proposto dal segretario Bertinotti. Tramontata tale ipotesi, la corrente diretta da Grassi e Burgio ha ripiegato sulla presentazione di un proprio testo. Qual’è la proposta di quest’area del partito?

I dirigenti nazionali dell’Ernesto affermano che tre sono i punti di divergenza rispetto alla linea del partito: la rapidità con cui si è entrati nella Grande Alleanza Democratica (Gad), la spirale guerra-terrorismo come interpretazione della situazione internazionale ed il giudizio sullo stalinismo.

Sinistra Prc: le ragioni di una divisione

La situazione della sinistra del partito di fronte a questo congresso merita una analisi approfondita. Quella che per diversi anni è stata conosciuta fra i militanti del Prc come la “mozione 2”, la sinistra interna al partito, si presenta al dibattito del VI congresso in una situazione di divisione e, in certi suoi settori, di vera e propria frammentazione.

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video