Crema. L’antifascismo non si processa! - Falcemartello

Breadcrumbs

Cinque compagni, di cui tre militanti dei Giovani Comunisti, sono stati iscritti nel registro degli indagati per aver promosso la manifestazione antifascista del 25 aprile, sulla base dell’art. 18 del D.R. 773/1931 (il “codice Rocco” di epoca fascista, in parte ancora in vigore!) che prevede il reato penale di manifestazione non autorizzata.

 

Con il pretesto di una diretta della Rai in cattedrale, qualsiasi iniziativa antifascista nella piazza centrale della città era stata vergognosamente vietata; quando poi, è stato dimostrato dai fatti che il presidio promosso dagli antifascisti non ha costituito il minimo problema di ordine pubblico, nemmeno per i melodici canti delle suore ripresi dalla troupe televisiva!

 

è evidente che questa è un’azione repressiva ed intimidatoria nei confronti dei compagni delle realtà più attive del territorio che, con la loro attività, offrono un’espressione organizzata alla rabbia ed al dissenso nei confronti dei costanti attacchi ai diritti dei giovani, degli studenti e dei lavoratori.

Oggi è la prima volta che, nella nostra città, dei compagni vengono denunciati sull’unica base di aver promosso una manifestazione, la cui autorizzazione era stata negata (ribadiamo, il 25 aprile!). è un segnale da non prendere sotto gamba ed è il riflesso di quanto sta avvenendo a livello generale, in questo Paese: dall’utilizzo sistematico della repressione contro le lotte degli studenti e dei lavoratori ad un governo che si prepara a gestire l’eventuale scoppio di un conflitto sociale con l’utilizzo della forza.

Ed è da questo punto di vista che vogliamo rispondere, partendo dal caso eclatante delle denunce, per promuovere una campagna contro la repressione - non in senso astratto - ma come strumento che governo e borghesia stanno mettendo in campo per colpire, oggi i militanti più attivi e le lotte circoscritte (Innse, Brembio, Cerro al Lambro…), un domani, il conflitto sociale che si potrebbe generale dalla macelleria sociale che vuole portare avanti il governo.


* Coordinatore Giovani Comunisti Crema