Breadcrumbs

L'11 Ottobre è morto a Roma Erich Priebke, l'ormai centenario ex capitano delle SS e della Gestapo responsabile dell'eccidio delle fosse Ardeatine del 24 marzo 1944 in cui furono uccise 335 persone in rappresaglia per un azione compiuta dai partigiani dei GAP il giorno precedente.

Il 30 settembre 1977 Walter Rossi veniva ucciso dai fascisti a Roma. 36 anni dopo nessuno ancora ha pagato per quell'omicidio.


Crediamo che il miglior modo per ricordare Walter sia nella lotta quotidiana contro fascismo e razzismo, per un mondo migliore.


Richiamiamo infine all'attenzione dei nostri lettori un articolo scritto alcuni anni fa.

Questo 25 aprile cade in un momento particolare. Milioni di persone pensavano di aver celebrato una speciale “festa della Liberazione” il 24-25 febbraio scorsi, attraverso il voto. E invece no, non ce ne siamo liberati: Monti è ancora al suo posto, e Napolitano, lo stesso che ci propone una festa della Liberazione depurata da ogni aspetto che richiami la lotta di classe, si sta prodigando per trovare “soluzioni”.

Spesso si dice che le disgrazie siano tragiche fatalità. Momenti improvvisi che spezzano una vita senza alcun apparente motivo. Lo si dice degli incidenti d’auto come dei tumori, delle rapine finite male come degli infarti. Se si fosse usciti un minuto prima o un minuto dopo, se si fosse fumata una sigaretta o bevuto un bicchiere di meno, forse l’irreparabile si sarebbe potuto evitare.

 

22 febbraio 1980 - 22 febbraio 2013

Giustizia e verità per Valerio Verbano

Il 22 febbraio 1980 veniva assassinato Valerio Verbano, militante del Collettivo autonomo dell’Archimede a Roma. Valerio viene ucciso a 19 anni con un colpo di pistola alla nuca nella sua casa a Monte Sacro, mentre nella stanza accanto i suoi genitori sono legati e immobilizzati da un gruppo di neofascisti entrati nell’appartamento con una scusa.

Ripubblichiamo l'articolo scritto un anno fa quando il fascista Gianluca Casseri, aderente a Casapound, ammazzò a Firenze due ambulanti senegalesi, ferendone gravemente altri tre, lasciandone uno paralizzato. Oggi, nell'anniversario della strage, le istituzioni fiorentine danno il via alla solita girandola di retorica. Eppure i soggetti organizzati e le politiche securitarie che hanno fatto da sfondo a quella strage sono sempre lì.

Il 12 dicembre 1969 a Milano, una bomba esplosa in Piazza Fontana inaugurava la strategia della tensione. Ripubblichiamo un articolo scritto per il 40° anniversario, che non ha perso la sua attualità.

Sottocategorie

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video