Breadcrumbs

A quarant’anni dalla Strage di Piazza Loggia, la corte di cassazione si è decisa a riaprire il caso, decidendo il 21 febbraio 2014 che Carlo Maria Maggi, esponente di Ordine Nuovo e Maurizio Tramonte, uomo dei servizi segreti dovranno essere processati nuovamente. Inoltre viene annullata la sentenza della corte d’assise di Brescia che condannava i familiari delle vittime, costituitisi parte civile, a pagare le spese processuali essendo stati assolti gli imputati.

REGGIO EMILIA - Il 25 Aprile a Casa Cervi abbiamo imparato che esistono due tipi di antifascismo, uno buono, legale e con tutti i permessi in regola e uno cattivo, illegale e senza permessi.

Ci sono due 25 aprile che si confrontano tutti gli anni nel nostro paese. Quello delle istituzioni e dei mass media ufficiali sempre pronti a celebrare il rito stantio dell’unità nazionale e quello dei lavoratori, dei giovani e delle donne di sinistra che collettivamente si riappropriano di una ricorrenza che sentono loro; una ricorrenza partigiana, nella quale esistono campi ben delineati dove si collocano da una parte quelli che provarono a cambiare la società, dall’altra quelli che la società la condussero sull’orlo del disastro.

Il tentato omicidio di alcuni attivisti di sinistra da parte dei fascisti lo scorso fine settimana a Malmö ha scatenato una risposta di massa. Durante questo fine settimana c’è stata una serie di manifestazioni, incontri e raduni in tutto il Paese.

Milano – Il 3 dicembre al liceo Carlo Tenca abbiamo trovato una presenza indesiderata fuori da scuola: i fascisti del Blocco studentesco. Questa organizzazione, ramo studentesco di Casa pound, è una struttura neofascista, che sui suoi volantini dichiara di battersi per difendere la scuola pubblica, ma in realtà aggredisce e attacca chi lotta davvero per difendere il diritto allo studio.
In una situazione in cui la rabbia sociale aumenta, i fascisti la indirizzano contro immigrati, omosessuali, lavoratori e studenti attivisti di sinistra. In questo modo, al di là della retorica pseudorivoluzionaria, difendono il sistema capitalista e chi lo comanda.

Dopo due anni di attività dell’organizzazione giovanile Blocco studentesco a Trento, fatta di poca propaganda e frequenti attacchi a studenti e militanti di sinistra, non c’era dubbio che i fascisti avrebbero tentato di rafforzare la loro presenza in città. Infatti, ecco arrivare l’annuncio dell’apertura di una sede di Casapound nel quartiere di Madonna Bianca, per sabato 9 novembre. Salutato subito calorosamente da una parte delle istituzioni, sindaco compreso, l’annuncio ha scosso profondamente la popolazione, principalmente quella del quartiere, realtà periferica, proletaria e soprattutto a composizione multietnica.

Sottocategorie

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video