Breadcrumbs

e con il compagno MONCEF LAAZOUZI, della LEGA DI AZIONE COMUNISTA.


Il 20 febbraio le masse marocchine si sono mobilitate per le strade di tutto il paese per protestare contro dispotismo e oppressione.

L’apparato repressivo della monarchia ha organizzato una feroce campagna di repressione contro i manifestanti.

Allo stesso tempo viene condotta una campagna di arresti arbitrari, irruzioni nelle case e saccheggi.

Conseguenza di questa politica sanguinaria 9 morti e molti altri feriti.

Il 21 febbraio il compagno MONCEF LAAZOUZI, studente universitario, viene arrestato e torturato. Più tardi sarà condotto in ospedale e ricoverato per diverse ferite, frattura ad un piede, rottura della milza e lesioni che hanno richiesto un intervento chirurgico.

Ciò che è successo a questo compagno è solo un esempio della repressione subita dal popolo marocchino, dalle altre organizzazioni di sinistra e dal movimento operaio.

I compagni e le compagne del Comitato Immigrati in Italia, esprimono  solidarietà al compagno MONCEF LAAZOUZI e a tutte le vittime della repressione in Marocco. Sostengono  la lotta del popolo marocchino per il rovesciamento della dittatura e del sistema che sfrutta loro quanto noi.

È l’ora di rivendicare l’autodeterminazione dei popoli nella loro lotta per la libertà. Contro qualsiasi intervento militare del nord Africa.

È il momento di fermare l’intento degli USA e l’Unione Europea d’appropriarsi delle risorse naturali della zona in nome della falsa lotta per la democrazia.

È il tempo di innalzare la bandiera della pace, contro i guerrafondai che suonano le porte della Europa.

 

Edgar Galiano, (Coordinatore Generale del Comitato Immigrati in Italia).

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.comitatoimmigrati.net

 


La forza della classe operaia è nella sua unità!

 

Leggi anche:


Joomla SEF URLs by Artio