Breadcrumbs

Le analisi roboanti sulla natura della presente crisi economica si sprecano: strutturale, epocale, di svolta, ecc. il capitalismo uccide, affama, imbarbarisce la vita di milioni di persone.

La seconda mozione “Per un partito di classe” si presenta all’VIII congresso del Prc con una folta schiera di lavoratori e lavoratrici che la sostengono. Di seguito le più significative.

Queste note vengono scritte mentre mancano pochi giorni alla manifestazione del 15 ottobre, e poche ore dopo che il governo Berlusconi ha subìto l’ennesima battuta d’arresto (bocciatura del rendiconto finanziario alla Camera); bastano questi due esempi per capire come il percorso congressuale del Prc, che ci impegnerà fino ai primi di dicembre, si tenga in un contesto straordinario: i processi economici e politici stanno enormemente accelerando attorno a noi, e questo è un bene: non faremo una discussione “in provetta”, ma nel mezzo di una tempesta che deve scuotere anche il nostro dibattito.

Il terzo documento è stato presentato in modo pressoché inaspettato nel cpn del 23-24 settembre. Inaspettato dal punto di vista politico, poiché a differenza degli altri (e degli emendamenti al primo documento), la sua origine non è tracciabile direttamente nel dibattito degli scorsi due anni.

Per il partito di classe

A partire dal 2008 abbiamo visto aprirsi una voragine nella rappresentanza e nell’espressione organizzata dei lavoratori nel nostro paese. La scomparsa della sinistra dal parlamento è stata solo l’espressione più clamorosa di questo vuoto. Non è scomparsa tuttavia la militanza di sinistra e neppure il Prc che, a dispetto delle scissioni e dell’abbandono di una parte della propria militanza, ha mantenuto un patrimonio di forza organizzata.

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video