Messico - Falcemartello

Breadcrumbs

Un milione e mezzo di persone in piazza contro la frode elettorale

Dal sito In defence of Marxism

 

Un milione e mezzo di persone, secondo gli organizzatori, sono scese in piazza sabato 16 luglio per protestare contro i brogli elettorali che ci sono stati alle elezioni presidenziali del 2 luglio. Questo è stato il culmine di una protesta organizzata in tutto il Paese dal candidato del PRD Andres Manuel Lopez Obrador (AMLO), per chiedere un nuovo conteggio “voto per voto, seggio per seggio”.

Un bilancio critico

 L’11 marzo del 2001 quando la Marcia zapatista è arrivata a Città del Messico nella Piazza dello Zocalo l’accoglienza dei lavoratori è stata eccezionale, una massa gigantesca di persone era lì presente per dare il proprio sostegno all’Ezln.


A 7 anni dalla rivolta in Chiapas l’appoggio e la simpatia di cui gode il movimento zapatista è ancora molto grande, purtroppo l’Ezln non si pone il problema di utilizzare questa autorità per la costruzione di un fronte che unifichi i movimenti che attraversano la società messicana.

Lo stesso giorno che Andres Manuel Lopez Obrador ha ufficialmente annunciato la sua candidatura alla presidenza del Messico, dinanzi ad una platea di mezzo milione di sostenitori, il parlamento gli ha revocato l’immunità parlamentare (desafuero), rendendolo incriminabile per aver ignorato la sentenza contraria di un tribunale che aveva impedito la costruzione di una strada di collegamento per un ospedale. Se il processo non dovesse concludersi per il prossimo gennaio, Lopez Obrador, per legge, non potrà candidarsi.

Riceviamo questa lettera dal compagno Ruben Rivera Alvarez che nel mese di luglio è stato in Italia per intervenire in diverse assemblee e alla manifestazione di Genova contro il G8. La pubblichiamo volentieri ricordando che stiamo continuando la raccolta di fondi per la rivista marxista Militante con la vendita del documento: "Lo zapatismo e la rivoluzione messicana, un bilancio critico" che può essere richiesto ai numeri della redazione (prezzo 3.000 lire e oltre). I soldi che verranno raccolti saranno interamente devoluti ai compagni messicani. Grazie


L’inizio della rivolta zapatista, nel gennaio del 1994, ha segnato un punto di svolta in America Latina e sul piano internazionale. Le concezioni del subcomandante Marcos, hanno conquistato grande popolarità nei movimenti contro la globalizzazione, e tra gli intellettuali di sinistra.

L’11 marzo del 2001 si è giunti all’apice di questo processo con l’arrivo della delegazione zapatista a Città del Messico e la manifestazione di massa che ha accolto i dirigenti dell’Ezln, un successo strepitoso dal punto di vista della partecipazione.

291 giorni di lotta all’università

Il 6 febbraio alle sei del mattino migliaia di poliziotti delle forze speciali messicane sono entrati negli edifici dell’Unam (Università nazionale autonoma del Messico), con le maniere forti hanno arrestato e portato in prigione 637 studenti, membri del Cgh (Comitato generale di sciopero) che per 10 mesi aveva diretto lo sciopero con occupazione di quella che è la maggior università d’America. L’occupazione, che era stata preceduta da tre cortei molto numerosi, da due giornate di sciopero e da una consultazione con la partecipazione di 100mila studenti, ha potuto contare sulla solidarietà di settori importanti della popolazione (tra cui segnaliamo il sindacato degli elettrici), ma non è riuscita a creare le condizioni per un’azione decisiva contro la politica liberista del governo federale.

 

Messico

 

Il 20 aprile più di 200 mila studenti dell’UNAM (Università Nazionale Autonoma del Messico) hanno cominciato uno sciopero generale ad oltranza contro il tentativo del governo di aumentare le tasse e eliminare la gratuità dell’insegnamento pubblico. Questo diritto esiste dalla rivoluzione del 1910 ed è stato difeso con enormi mobilitazioni nel 1926, 1968 e 1986.

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video