Breadcrumbs

L'editoriale del nuovo numero di FalceMartellofm266 small

Con piglio berlusconiano Matteo Renzi ha lanciato l’offensiva finale contro lo Statuto dei lavoratori. Come il primo governo Berlusconi nel 1994 quando attaccò le pensioni, come il secondo Berlusconi del 2002, che tentò di far saltare l’articolo 18, l’erede designato prova a calzare le scarpe del suo maestro.

radio fabbricaL'editoriale di Radio Fabbrica

Il governo, con il disegno di legge sulle nuove regole del mercato del lavoro, Jobs act, ha scoperto le carte. È prevista l’abolizione dell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, cioè l’abolizione definitiva di quel poco che rimaneva del licenziamento per giusta causa, ma anche tante altre cose. Come il controllo a distanza in azienda o il diritto per i padroni di demansionare a piacimento i lavoratori.

Nelle precedenti puntate della diatriba nel cuore del “modello emiliano romagnolo di buona politica”: Vasco Errani, presidente della regione, due anni fa viene indagato per il caso Terremerse con l'accusa di truffa e falso ideologico per il milione di Euro concesso dalla Regione alla coop presieduta dal fratello del governatore. Assolto in primo grado, l'8 luglio 2014 viene condannato in appello e si dimette.

A Trieste da alcuni anni assistiamo alla ribalta nel panorama politico cittadino del Movimento Trieste Libera (MTL).
Il MTL è un movimento che rivendica l’attualità storica del Territorio Libero di Trieste (TLT), entità territoriale nata dopo la fine del secondo conflitto mondiale posta sotto la giurisdizione delle autorità alleate e delle Nazioni Unite.

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video