Breadcrumbs

Le elezioni anticipate svoltesi in Portogallo Domenica 5 giugno rappresentano una autentica bastonata per il partito Socialista, passato da 2.077.238 a 1.557.864 voti e che adesso lascerà la guida del governo ai partiti della destra portoghese, il Partito Social Democratico e il Partito Popolare.

Niente sarà più come prima

Il 24 Novembre si è tenuto in Portogallo uno sciopero generale convocato dalla CGTP (il sindacato legato al partito comunista), che ha raccolto l’adesione anche della UGT (il sindacato socialista). È stato uno straordinario successo, sicuramente il punto più alto della lotta di classe in Portogallo dal crollo della dittatura.

Il socialista Josè Socrates, a capo di un esecutivo di minoranza in Portogallo, può essere considerato il più fedele discepolo del Fmi in Europa, avendo ideato il Piano di Risanamento e Crescita, un vero e proprio piano di lacrime e sangue contro i lavoratori (vedi Falcemartello n. 226).

Le elezioni legislative portoghesi del 2009, che hanno visto i socialisti perdere la maggioranza assoluta e i partiti di sinistra (Bloco de Esquerda (Be) e Partito Comunista Portoghese (Pcp)) salire insieme al 18% con 31 parlamentari, hanno portato alla costituzione di un governo di minoranza, guidato dal socialista Josè Socrates.

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video