Albenga si unisce alla lotta - Falcemartello

Breadcrumbs

Anche ad Albenga (SV) dopo una lunga assenza di reali organizzazioni studentesche con un programma deciso e radicale, ci siamo decisi a creare un Collettivo in difesa della Scuola Pubblica.

Dopo un buon volantinaggio, il 7 dicembre si è svolta, nell’aula magna del L.S. G. Bruno, un’assemblea abbastanza partecipata dove si è sviluppata una buona discussione con interventi molto critici nei confronti del governo e del suo operato, e con posizioni di fiducia su un possibile buon sviluppo del lavoro del Csp ad Albenga.

Nell’albenganese vivamo in un contesto in cui le amministrazioni locali (comunali e provinciali) procedono a singhiozzo nel rispondere alle esigenze degli studenti che rivendicano un Polo scolastico. Ciò che si chiede con urgenza è un luogo che permetta di accogliere i numerosi studenti della piana di Albenga, che oggi solo nel nostro istituto sono 890, con prospettive di continua crescita, che permetta di porre fine alla diaspora del Liceo, diviso in tre sedi, ormai sature, vecchie, che obbligano a sprechi, non solo economici. Tale situazione non permette nemmeno lo svolgimento di assemblee studentesche dignitose, un diritto intoccabile, se non affittando locali privati che gravano sulle tasche degli alunni.

Un altro fronte di lotta è stato aperto dagli attacchi strumentali di alcuni studenti di destra nel nostro Liceo, nei confronti dei rappresentanti d’istituto, accusati di faziosità, con una conseguente polarizzazione degli studenti; ma non per niente, probabilmente tutti e 4 i rappresentanti, compreso il sottoscritto, aderiranno alla piattaforma del Csp e alla ricostruzione del movimento studentesco.

All’interno del Csp saranno presenti oltre agli studenti dei licei anche studenti dell’istituto agrario e probabilmente dell’alberghiero.

In una società che sempre più mostra il suo vero volto sfruttatore anche Albenga si unisce alla lotta in difesa dei diritti degli studenti e dei lavoratori della scuola pubblica, convinta che solo se gli studenti si organizzeranno in un movimento democratico e socialista potranno raggiungere delle vere conquiste e difendere ciò che è stato conquistato con tante lotte e sacrifici.

 

18/12/2006