Breadcrumbs

Neanche una lira alle scuole private!

Lo scorso anno scolastico si è chiuso con un aumento del 6% delle bocciature nella scuola media superiore. Il tasso di selezione didattica negli Istituti Professionali tra gli studenti iscritti al primo anno e quelli che si iscrivono all’ultimo ha raggiunto il 56%.

"Scomunicati" dalla Curia, ma sempre a difesa della scuola pubblica

A conferire un senso politico forte alla tornata referendaria del 15 giugno, in Friuli Venezia Giulia, è stato il quesito che proponeva l’abrogazione dei finanziamenti che la Regione garantisce agli alunni frequentanti le scuole private.

Difendiamo il diritto allo studio

Lo scorso anno scolastico si è chiuso con un aumento delle bocciature dell’8%, con alcuni casi limite di scuole dove le bocciature colpivano il 50-55% degli studenti delle classi prime. Questo dato era il risultato di tre anni di tagli alla scuola pubblica, di classi sovraffollate, di corsi di recupero inesistenti e del calo del numero dei docenti di ruolo. Il problema della selezione scolastica, del numero elevato degli abbandoni e delle bocciature doveva essere la priorità di questo Governo.

Scuola pubblica allo sbando

Cosa prepara l’Unione?

La Repubblica del 6 gennaio ha pubblicato “Uno sguardo sull’istruzione 2005”, il rapporto dell’ Ocse sulla scuola e l’università. Sono dati che ci consegnano una volta di più un’immagine desolante dello stato dell’istruzione pubblica in Italia.

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video