Breadcrumbs

Oggi e sempre dalla parte dei lavoratori

 

Sono passati 50 anni dalla rivolta operaia ungherese, da quell’Ottobre 1956 che provò a realizzare una rivoluzione politica, a farla finita con il regime stalinista, che aveva abolito il capitalismo, ma negato la democrazia operaia. Da allora la borghesia ha usato “i fatti dell’Ungheria” per attaccare il socialismo. Cosa che le è stato facilitato dal comportamento complice di tanti dirigenti dei partiti comunisti e socialisti.

Il 20 luglio ci ha lasciato improvvisamente il compagno Ted Grant. Anche se aveva 93 anni quando siamo stati informati della sua morte è stata una sorpresa ed uno shock, perché ci sembrava che Ted sarebbe stato sempre lì nel suo (modesto) ufficio di Londra a sostenerci e orientarci nel lavoro politico.

Ted Grant, uno dei più importanti marxisti del novecento, è morto oggi all'età di 93 anni. Alan Woods, direttore del sito web In defence of Marxism, ha scritto un ricordo del grande rivoluzionario, di cui pubblichiamo ampi stralci.

I fascisti non passano!


Il ritorno di episodici atti di violenza ed intolleranza ad opera di forze neofasciste ha riaperto fra i militanti comunisti italiani un dibattito su come impostare una doverosa campagna antifascista. Crediamo utile quindi riportare alla luce i fatti di Genova del 1960 perché pensiamo rappresentino un valido esempio di antifascismo organizzato, operaio e di massa, che all’epoca fermò una pericoloso tentativo di deriva a destra nella società italiana.

La "prova generale dell'Ottobre"

 

Il proletariato ha raggiunto il potere grazie all'esperienza fatta dai predecessori nel 1905", scrisse Trotskij nella prefazione a 1905. La rivoluzione era figlia delle contraddizioni di una società ancora dominata dal bastone dell'autocrazia, ma in cui si sviluppava il capitalismo, con enormi impianti industriali (all'epoca la Russia era il primo paese per le dimensioni delle imprese: praticamente il 60% delle aziende erano al di sopra dei 500 operai), e un crescente impoverimento delle campagne.

L’inferno scatenato dal capitalismo

 

Quest’anno ricorre il sessantesimo anniversario dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, l’ultimo vero conflitto totale che costò la vita ad oltre 50 milioni di persone.

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video