Teoria marxista - Falcemartello

Breadcrumbs

- Abbonati a FalceMartello -

 I nostri lettori più attenti conoscono l’impegno profuso dai sostenitori della nostra rivista per allargarne il più possibile la diffusione. In questi ultimi anni abbiamo aumentato in modo significativo il numero di copie vendute attraverso la diffusione militante. Dalla corrispondenza che riceviamo, siamo consapevoli che la circolazione della nostra rivista va ben oltre le realtà dove c’è una presenza di nostri sostenitori, perché nelle manifestazioni nazionali chi lo acquista lo legge, lo fa leggere, visita il nostro sito internet e così, in modo più o meno occasionale, si allarga la rete dei nostri lettori.

Intervista di Alan Woods a Pierre Brouè

Pierre Broué è conosciuto a livello internazionale per il suo lavoro instancabile come storico del movimento rivoluzionario. Le sue opere sulla storia del partito bolscevico, sull’internazionale comunista, sulla rivoluzione spagnola e soprattutto la sua recente opera sulla vita di Trotskij (La rivoluzione perduta) sono state ampiamente ammirate in tutto il mondo. Il suo ultimo libro sull’Opposizione di sinistra è un altro importante contributo di questo inestimabile storico, che ha dedicato la sua vita alla lotta per il socialismo internazionale.

Sta per uscire il numero 7 della rivista teorica In difesa del marxismo

Il Medio oriente continua a rimanere al centro dell’attenzione internazionale come una delle zone più instabili del pianeta. L’occupazione americana in Iraq incontra una resistenza sempre più ostinata, che è già costata alle truppe occupanti oltre 400 morti; il conflitto israelo-palestinese si incancrenisce sempre più mentre il governo Sharon procede imperterrito alla costruzione del “muro della vergogna”, 500 chilometri di cemento, filo spinato e pattuglie militari che trasformeranno la cosiddetta Autorità nazionale palestinese in un gigantesco carcere a cielo aperto, e contemporaneamente aggredisce la Siria, accerchiata e indebolita dall’occupazione militare americana in Iraq.

Da settembre a luglio scorsi abbiamo attraversato un fase intensa di avvenimenti: il percorso di scioperi in difesa dell’articolo 18 culminati con lo sciopero di 8 ore il 18 ottobre 2002, la lotta durissima alla Fiat, le mobilitazioni contro la guerra in Iraq iniziate a Firenze il 9 novembre e poi proseguite nei mesi successivi, gli scioperi per il contratto dei metalmeccanici e infine la campagna per il sì al referendum sull’articolo 18.

Ci pare utile fare alcune riflessioni sull’andamento della nostra stampa nel corso di questi avvenimenti.

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video