Breadcrumbs

Nessuna pace. Questo è il messaggio consegnato dal risultato delle elezioni politiche del 25 ottobre, che ha visto l’affermazione del partito della guerra, attorno al Primo ministro Yatseniuk. Messaggio ribadito dall’atteggiamento dell’amministrazione americana, che al G20 australiano ha respinto ogni mediazione con Putin e ha esteso il periodo di permanenza delle truppe Nato in Polonia e nei Paesi baltici per tutto il 2015, come “mezzo di dissuasione” nei confronti della Russia. Tali truppe sono state impegnate nelle manovre militari dell’alleanza “Trident juncture” e hanno sfilato a Riga il 17 novembre scorso.

In Italia abbiamo dato il via a metà ottobre alla Campagna internazionale in solidarietà con la Resistenza antifascista in Ucraina, promossa, tra le altre forze, dalla Tmi (Tendenza marxista internazionale). Eravamo convinti che gli avvenimenti e la guerra civile che si stava e si sta sviluppando in quel paese poteva essere di grande interesse per buona parte degli attivisti di sinistra, ma anche per chi voleva solo capirci qualcosa, avere chiarimenti o era interessato ad una seria contro-informazione rispetto a quello che i media oggi ci fanno vedere.

La situazione in Ucraina è ben lungi dall'essere pacificata. Il governo del Presidente Poroshenko e del Primo ministro Yatseniuk ha portato avanti il programma del Fondo monetario internazionale a ritmi rapidissimi e gli effetti sono devastanti.

Pubblichiamo questa intervista realizzata da Marco Santopadre, dove Sergei Kirichuk affronta in dettaglio tutta una serie di argomenti sulla situazione in Ucraina. Sergei è in Italia fino al 12 novembre nell'ambito di una serie di assemblee realizzata dallla campagna Solidarietà con la resistenza antifascista in Ucraina. Per vedere tutte le date, clicca qui.

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video