Le assemblee con Alan Woods - Falcemartello

Breadcrumbs

Le assemblee con Alan Woods

Da un’analisi marxista della scienza...
alle prospettive per il cambiamento della società su scala mondiale!

Assemblee in lombardia

 

In questi giorni si stanno tenendo le assemblee di presentazione del libro, pubblicato recentemente in italiano "La Rivolta della Ragione" con uno degli autori: Alan Woods.

Gli incontri di Pavia, Lodi e Milano sono stati molto interessanti e, malgrado fossero tutti sullo stesso argomento, hanno avuto uno sviluppo diverso grazie anche alla partecipazione di compagni che portano avanti l’attività politica in settori diversi.

Tutte le riunioni hanno dimostrato non solo l’attualità e l’interesse che c’é per gli argomenti trattati nel libro ma anche il legame profondo che esiste fra lo sviluppo della scienza e della tecnologia moderna con l’evoluzione della società e dei rapporti di produzione. Partendo dalle teorie alla ribalta nei campi della cosmologia (come quella del Big Bang) o della genetica (si stanno sviluppando scuole di genetica negli Usa che avrebbero "scoperto" il gene della "criminalità") Alan Woods ha spiegato come lo sviluppo di teorie mistiche o reazionarie sono un chiaro indizio del declino della società basata sull’economia capitalista così come la nascita di sette religiose (fra cui quella cristiana) erano stati segni premonitori del declino dell’Impero Romano che non era più in grado di sviluppare le forze produttive sulla base dell’economia schiavista.

I dibattiti che si sono sviluppati hanno approfondito gli argomenti sviluppati durante l’introduzione sottolineando particolarmente l’interesse dei partecipanti alle questioni di attualità politica (come il recente crollo delle borse asiatiche o le cause della crisi in Medioriente) e le prospettive che si stanno aprendo per lo sviluppo del movimento operaio a livello internazionale e in Italia in modo particolare.

A Pavia l’assemblea che si è tenuta il 17 febbraio, è stata organizzata dai compagni del Comitato in Difesa della Scuola Pubblica con la partecipazione dei Giovani Comunisti e dei ragazzi del centro sociale "Il Barattolo", che ringraziamo anche per aver messo a disposizione la sala dove si è tenuta la riunione.

Per l’assemblea di Lodi (il 20 febbraio) ringraziamo il compagno Andrea Viani, che ha organizzato una riunione con 30 lavoratori e delegati sindacali, dimostrando come questi argomenti non sono slegati dal lavoro che i compagni sviluppano all’interno delle proprie aziende. Ringraziamo infine i CSP che hanno organizzato l’assemblea a Milano (il 21 febbraio) che purtroppo ha coinciso con la manifestazione contro l’intervento militare in Iraq, ma che nonostante questo ha visto la partecipazione di oltre 40 compagni alcuni dei quali sono intervenuti alla riunione dopo la manifestazione.

 

Assemblea a Bologna

 

Domenica 23 febbraio si é tenuta all’Arci Bertold Brecht di Bologna un’assemblea che ha visto la presenza di cinquanta giovani comunisti venuti da tutta Italia.

Erano presenti compagni da Milano, Roma, Crema, Modena, Bologna, Ferrara, Firenze, Udine, Pordenone, dalla Val d’Aosta, dalle Marche e hanno inviato un saluto scusandosi per la loro assenza compagni di Taranto, Ravenna, Caserta, Salerno, Campobasso, Venezia, della Sardegna, della Calabria e della Sicilia.

La discussione si é sviluppata su due punti:

-situazione dell’economia internazionale e crisi Usa-Irak, introdotta dal compagno Alan Woods, dove si é discusso della crisi del capitalismo a livello internazionale approfondendo le conseguenze sociali che il crollo delle borse asiatiche provocherà.

Nel pomeriggio si sono affrontate le prospettive per i Giovani Comunisti, il loro radicamento nei movimenti di lotta tra gli studenti i precari e i disoccupati. La discussione che é stata introdotta dal compagno Giardiello, ha mostrato uno spaccato dell’intervento che i compagni hanno saputo sviluppare nell’ultimo periodo.

Dalla creazione di nuovi Comitati in difesa della Scuola Pubblica a livello nazionale, alla lotta in UPS e Polydata, ai CFL delle Poste e della Pirelli, al movimento degli LSU di Caserta, ai precari dei CID della Cgil di Bologna.

È emerso , seppure in forme ristrette per i limiti di tempo, quella alternativa che come sinistra dei Giovani Comunisti siamo in grado di proporre, non solo nelle conferenze, ma sul terreno concreto della mobilitazione e della partecipazione nei movimenti giovanili.

Lunedì 23 Febbraio, sempre a Bologna, il compagno Alan Woods ha presentato il libro all’Università, riunione con circa 30 persone che ha suscitato interesse da parte di alcuni studenti che sono rimasti impressionati dal rivoluzionamento che questo libro comporta per la scienza tradizionale.

 

Assemblea a Udine

 

Giovedì 19 Febbraio alla libreria Compralibro di Udine, Alan Woods è intervenuto ad una assemblea organizzata dai Giovani Comunisti. All’assemblea hanno preso parte 40 militanti in gran parte giovani e si sono venduti 7 libri della Rivolta della Ragione (diversi compagni avevano già acquistato il libro in precedenza).

Vogliamo inoltre ringraziare Daniele Barbieri e Liberazione, quotidiano del Prc, che il 27 febbraio hanno pubblicato un interessante intervista ad Alan Woods e una recensione del libro.

La sete di formazione marxista, particolarmente tra i giovani comunisti ha trovato una prima risposta che darà maggiore spinta e determinazione al nostro intervento tra le giovani generazioni.