Breadcrumbs

Con la riunione del Cpn del 23-24 settembre si è aperto ufficialmente l’VIII congresso nazionale di Rifondazione Comunista. Oltre al documento stilato dalla maggioranza della Commissione politica (redatto da Ferrero e Burgio) sono stati presentati due documenti alternativi. Uno della nostra area e dei compagni di Controcorrente (12 adesioni), l’altro da sei compagni “reduci” della terza mozione (D’Angelo, Malerba, Manocchio, Petrone, Targetti, Simoni).

Accompagnano le tesi di maggioranza 5 emendamenti presentati da Eleonora Forenza e Imma Barbarossa (9 voti raccolti) e 2 emendamenti di Sandro Valentini e Salvatore Bonadonna (6 voti).

La discussione del sabato si è concentrata sulla fase. Ferrero ha ribadito i punti centrali della sua proposta (unità democratica, primarie di programma, investimento sulla Federazione della sinistra). Ha poi sostenuto che il Prc deve trasformarsi nel partito della patrimoniale riproponendo una linea fortemente criticata da Giardiello, perchè intrisa di illusioni keynesiane.

Il dibattito si è chiuso con l’intervento del responsabile economia Augusto Rocchi, che ha ripreso da angolazioni diverse gli stessi punti del segretario.

Interessanti nel dibattito le riflessioni della compagna Granchelli sulla privatizzazione del BancoPosta con le tanti mani che si stanno allungando sulla Cassa Depositi e Prestiti, che detiene gran parte dei risparmi di lavoratori e pensionati di questo paese.

Nella giornata di domenica c’è stata la presentazione dei documenti congressuali. Ha cominciato Ferrero (documento di maggioranza), poi Bellotti (Per il partito di classe), dopo alcuni interventi, verso le 11.30 è arrivato in sala il compagno Targetti che ha presentato in extremis il terzo documento (Opposizione sociale, resistenza alla crisi e questione comunista).

Nel pomeriggio infine c’è stata la discussione interna ai diversi documenti.

In un passaggio delle conclusioni del dibattito di maggioranza il compagno Ferrero ha criticato gli emendatari al suo documento: “posso comprendere i compagni di Falcemartello che su questioni fondamentali hanno posizioni diverse e che per questo presentano un documento alternativo, ma non chi scrive dei papiri per distanziarsi dal documento di maggioranza in maniera millimetrica”.

Il giorno prima, nel Cpn, era stato respinto a grande maggioranza un cambiamento al regolamento congressuale che chiedeva il diritto per gli emendamenti di essere presentati in ogni congresso di circolo. Si è stabilito così che questo diritto esiste solo per i documenti alternativi, gli emendamenti saranno presentati nel dibattito e solo se c’è un iscritto al circolo che decide di difenderli, senz’alcun automatismo. Inoltre il voto sugli emendamenti non concorre a determinare la rappresentanza per cui (a differenza dei documenti alternativi) non viene registrato nel verbale del congresso se non per dire se è stato approvato o respinto.

La riunione della seconda mozione è stata proficua e tutti gli emendamenti proposti al documento sono stati accolti nel corso della discussione che si è tenuta tra i 10 compagni del Cpn presenti (e i 2 del Cng).

Non si è tenuta invece la riunione della terza mozione in quanto erano presenti solo due compagni (4 adesioni sono arrivate via email).

In un primo momento sembrava che il terzo documento non avesse i numeri per essere presentato (a norma di regolamento almeno 6 membri del Cpn). Nelle sei firme iniziali c’era infatti un dimissionario dal Cpn (Dalmasso), la cui firma il Collegio nazionale di garanzia considerava non ammissibile.

Ma attorno alle 4 del pomeriggio arrivava l’adesione del compagno Simoni, che decideva di rinnovare la tessera per email e impegnarsi nella battaglia congressuale, dando una firma che alla fine dei conti risulterà determinante a dividere l’opposizione al documento Ferrero.

Il Cpn si è concluso con l’elezione della Commissione nazionale per il congresso che sarà composta da: Claudio Grassi (presidente), Giovanna Capelli, Mimmo Caporusso, Marco Gelmini, Alessandro Giardiello, Alba Paolini, Gianluca Schiavon, Sandro Targetti, Raffaele Tecce. 

Buon congresso a tutti! 

La delegazione di FalceMartello nel CPN

Il regolamento congressuale.

Il primo documento.

Il secondo documento

Il terzo documento.

Joomla SEF URLs by Artio