Comunicato di solidarietà con i lavoratori Ups Italia - Falcemartello

Breadcrumbs

Comunicato di solidarietà con i lavoratori Ups Italia

Cari compagni,

vogliamo farvi arrivare la nostra sincera solidarietà, contro la proposta di 150 licenziamenti presentata dalla direzione Ups e il licenziamento della compagna delegata sindacale Claudia Dragoni.

Noi lavoratori sappiamo bene che entrambi questi fatti, i licenziamenti e la repressione, fanno parte della politca azinedale: "spirito di collaborazione", ecco il parolone col quale si riempiono la bocca i managers di questa multinazionale.

Sappiamo anche che la sua politica come multinazionale è investire nei paesi che offrono più favori fiscali e politici, chiedere "aiuti" pubblici, precarizzare la forza lavoro per ottimizzare i profitti, passare i costi alla filiale nazionale e rimpatriare i profitti alla casa madre.

Cioè, il saccheggio dei fondi pubblici e il sovrasfruttamento dei lavoratori sono i due prerequisiti per "il buon andamento della multinazionale".

Perciò con i licenziamenti all’Ups Italia e la persecuzione contro la compagna Dragoni è in gioco molto di più che una lotta economica, è in gioco quanto i lavoratori e i nostri rappresentanti sindacali e politici possano tollerare l’impunità di questa multinazionale.

Per questa ragione abbiamo deciso di appoggiare la giornata di lotta del prossimo 22 di maggio e ci auguriamo che sia un successo a livello mondiale.

Animo compagni! Speriamo che questa giornata costringa l’azienda a fare marcia indietro nel licenziamento di Claudia e nella ristrutturazione che minaccia 150 di voi.