Politica italiana - Falcemartello

Breadcrumbs

 Capitalismo e corruzione
La manifestazione del 14 settembre scorso, che ha visto a Roma la partecipazione di circa 500mila persone, non solo ha dimostrato le potenzialità di una lotta di massa per rovesciare il governo Berlusconi, ma ha avuto serie ripercussioni nel dibattito interno al centrosinistra. Comprendere l’evoluzione e il significato di questo movimento, è per i comunisti un compito indispensabile se vogliamo intervenire in esso coscientemente.

Occupazione degli stabilimenti. Nazionalizzazione della Fiat senza indennizzo e sotto il controllo operaio!

Scriviamo a due giorni dallo sciopero generale del 18 ottobre. Non abbiamo dubbi che una volta di più le piazze saranno piene e le fabbriche si svuoteranno, nonostante l’oscuramento che i mass media tentano di far calare sulla Cgil e sullo sciopero.

Il governo Berlusconi può essere battuto e rovesciato da un movimento di massa. Chi non lo aveva capito (e cioè tutta la sinistra italiana quasi senza eccezioni) si arrenda all’evidenza. Se non era chiaro un anno fa, a Genova, se non era chiaro a gennaio, dopo i primi scioperi, se non era chiaro dopo la manifestazione della Cgil del 23 marzo e dopo lo sciopero generale, dovrebbe essere finalmente chiaro dopo la manifestazione dei "girotondi" del 14 settembre.

Ulivo e Ds: sull’articolo 18 i nodi arrivano al pettine

"I Ds si dividono sul sindacato": il titolo dell’Unità del 25 giugno non poteva essere più esplicito e fotografa con notevole chiarezza la reale situazione. Lo scontro con il governo mette in luce tutte le divisioni fra i sindacati, nell’Ulivo e all’interno degli stessi Ds. Le parole diplomatiche nascondono sempre meno i conflitti ormai continui all’interno della coalizione.

Si pone una volta di più la necessità per i comunisti di analizzare attentamente quanto avviene in quel campo. La ripresa delle mobilitazioni sindacali e la crisi generale dei partiti socialisti, in Italia e in Europa, apre una nuova situazione. Le possibilità per un’avanzata significativa dell’alternativa comunista sono evidenti, ma è altrettanto evidente come la situazione sia estremamente complessa e richieda un’analisi scrupolosa e una tattica adeguata per trarre vantaggio dalla nuova situazione.

Fermiamo il "patto scellerato"

Mentre scriviamo il governo si appresta a firmare con Cisl e Uil la "riforma" del mercato del lavoro, ossia ad aprire una prima breccia nelle tutele garantite dall’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori.

Un nuovo sciopero generale!

Il governo Berlusconi continua imperterrito sulla sua strada; mentre procede verso l’approvazione della legge schiavista Bossi-Fini sull’immigrazione, è prevista a breve anche la riapertura della discussione parlamentare sulla delega sull’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori.

Ora e sempre… centrosinistra!

E’ stato raggiunto a Parma l’accordo elettorale tra il Prc e le forze di centro-sinistra che sostengono la candidatura a sindaco di Albertina Soliani. Si tratta di una alleanza organica, che svela ancora una volta la sconfortante subalternità del nostro Partito alle logiche puramente elettorali ed opportuniste del centro-sinistra.

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video