Breadcrumbs

“… Hanno cercato di persuadervi che il capitalismo sia inevitabile, che la disoccupazione che flagella il paese sia una catastrofe naturale. Ebbene, vi dico che non è così. La crisi non cade dal cielo: alla base ha il vostro sfruttamento oltre il lecito e l’avidità di sfruttatori che campano del lavoro altrui... parassiti oziosi consumano bottiglie di vino francese al fresco…”

Le occupazioni di luoghi pubblici, le manifestazioni imponenti, gli scontri nelle piazze che da una parte all’altra del pianeta crescono in numero ed intensità, altro non sono che i riflessi immediati di movimenti profondi che stanno investendo le nostre società. In una fase come quella attuale, il tentativo di indagare più a fondo il processo di radicalizzazione del conflitto sociale ci sembra doveroso e necessario, soprattutto in vista di una possibile ulteriore espansione delle lotte.

Continuano le cerimonie per i 150 anni dell’Unità d’Italia e continua la demagogia, che nasconde le atrocità commesse dall’esercito piemontese durante l’occupazione del Sud Italia per reprimere le crescenti rivolte contadine, anche nel periodo post-unitario.

La “Malarazza” - gli amici preti, il cantore del boom economico

I  generali, da soli, non hanno mai liberato nessun popolo dalla “malarazza”, cioè dai padroni. Una prova? Ammirate il testo di questo canto popolare siciliano pubblicato da Lionardo Vigo nel 1857, tre anni prima dell’arrivo dei Mille in Sicilia. Il terreno era evidentemente fertile…

La versione originale:

 

La rivoluzione come necessità

Ad aprile è uscito nelle sale cinematografiche italiane il film su Ernesto Che Guevara. La pellicola., divisa in due parti, è stata girata da un regista americano, Steven Soderbergh. Complessivamente è un film riuscito ed anche coraggioso, che dipinge la figura del rivoluzionario argentino in maniera piuttosto credibile.

Sicko


Il 24 agosto è uscito nelle sale italiane Sicko, l’ultimo lavoro del regista americano Michael Moore. Il film, minacciato duramente dall’amministrazione Bush, fino a rischiare di essere sequestrato a causa della violazione dell’embargo contro Cuba, è una critica feroce al sistema sanitario americano; un sistema totalmente privato ed asservito agli interessi delle grandi compagnie assicurative che gestiscono il “business della sofferenza”.

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video