Antifascismo - Falcemartello

Breadcrumbs

Il partito neofascista Forza Nuova ha aperto a Pavia una sede praticamente affiancata al centro sociale Barattolo.

Negli anni scorsi abbiamo raccontato anche su FalceMartello una serie lunghissima di violenze e di provocazioni compiute dai fascisti a Pavia, specialmente ai danni dei Giovani Comunisti, del Barattolo (seriamente danneggiato da un incendio nel 2001), del Prc, ecc.

Doveva essere una festa tranquilla in un comune della Brianza, il solito sabato sera passato tra amici ascoltando musica e bevendo qualche birra in un centro giovanile, struttura senza alcun legame con ambienti politici. Ma a quella festa, oltre ai duecento giovani, sono giunti anche un gruppo di naziskin che, all’inizio della serata, sembrava solo un gruppo di “rasati” senza nessun chiaro orientamento politico.

Mentre i mass media si strappano i capelli per le scritte con le stelle a cinque punte e per le minacce al vescovo Bagnasco, vige un silenzio quasi completo sulla recrudescenza di azioni neofasciste a Milano e in altre città.

Ormai da mesi a Udine è in atto una pericolosa offensiva fascista, che ha lo scopo di intimidire i militanti delle organizzazioni di sinistra. Il tentativo di ascesa di questi parassiti cerca di sfruttare lo scontento sociale provocato dalle politiche impopolari del governo Prodi.

 

Il 24 febbraio scorso un compagno del Cantiere Resistente di Lucca è stato picchiato e accoltellato da un gruppo di fascisti. Si trovava a bordo della sua vettura quando è stato speronato da due automobili dopo un lungo inseguimento.

La sede di Rifondazione di Borgo San Lorenzo, principale centro del Mugello a nord di Firenze, è probabilmente la più grande della Toscana. In queste zone il Prc arriva anche a toccare il 20% alle elezioni. Il messaggio che i fascisti hanno voluto dare attaccando proprio a Borgo è perciò abbastanza chiaro: siamo in grado di colpire anche laddove siamo considerati tradizionalmente deboli. Finora c’erano stati piccoli segnali: qualche bandiera bruciata e qualche scritta, ma niente di più. L’attentato che si è verificato invece nella notte tra sabato e domenica non lascia dubbi riguardo alla volontà di fare un salto di qualità.

25 Aprile

Com’è stato possibile in Italia, paese dove vige una Costituzione che vieta formalmente la ricostituzione del partito fascista, l’accordo elettorale tra Berlusconi e gruppi neofascisti (Fiamma Tricolore, Forza Nuova ecc.) nelle recenti elezioni? L’unica risposta possibile è che la borghesia non è “democratica” o “fascista”, ma appoggia le soluzioni politiche che considera migliori per difendere i propri interessi. Di fatto in condizioni di crescita economica i capitalisti preferiscono i regimi “democratici”, che danno maggiori garanzie sociali. Ma in periodi di crisi come quello odierno la classe dominante è divisa su come difendere meglio i propri profitti.

Sottocategorie

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video