Breadcrumbs

Nel corso del mese di giugno durante le Conferenze provinciali dei Giovani comunisti e nel corso della Conferenza nazionale (4-7 luglio) a tutte le/i compagne/i dei GC sarà possibile acquistare materiale teorico pubblicato dalla nostra rivista a prezzi speciali. Vogliamo così dare un nostro piccolo contributo alla formazione politica dei giovani compagni, di cui c’è grande bisogno.

Oltre mille copie di FM vendute il 23 marzo a Roma e più di 500 allo sciopero generale del 16 aprile, nonostante l’inclemenza del tempo.

Lo stesso successo hanno avuto le magliette (vedi immagine a lato), siamo già alla seconda ristampa e se il governo continua con la sua linea oltranzista probabilmente ce ne sarà anche una terza.

Il materiale politico cade in un ambiente estremamente fertile, c’è una grande voglia di discutere e capire soprattutto tra i più giovani.

Per questa ragione abbiamo intensificato gli sforzi nelle nostre pubblicazioni.

La concezione marxista dell’economia

Con un ritardo di diversi mesi, dovuto allo sforzo che la nostra redazione ha sostenuto per pubblicare materiale relativo alla guerra in Afghanistan, uscirà in questi giorni il quarto numero di In difesa del marxismo, che come annunciato in precedenza, è integralmente dedicato alla concezione marxista dell’economia e dello sviluppo del capitalismo.

(riflessioni sul primo numero di "Antagonismi")

Il 5 novembre scorso è stato pubblicato il primo numero di "Antagonismi", supplemento al quotidiano del Prc Liberazione. La decisione di pubblicare mensilmente un inserto di riflessione teorico-politica è stata indubbiamente accolta con grande favore da parte dei militanti del Prc, considerato che da tempo numerose voci lamentano l’assenza di un serio e sistematico lavoro di formazione all’interno del partito.

L’argomento scelto accresceva l’interesse verso la nuova iniziativa: sotto il titolo, a dire il vero più colorito che politicamente significativo ("Chi ha ucciso la rivoluzione?"), ci si proponeva infatti di avviare una riflessione sulla rivoluzione russa del 1917 e sulla sua successiva degenerazione. Un tema che, è bene ricordarlo, non aveva mai trovato spazio per un dibattito approfondito nei dieci anni di esistenza del Prc.

Tanto maggiori sono state le attese, tanto grande è stata la delusione, almeno per chi scrive, una volta letta la rivista.

Lenin: Scritti economici

Nella prima metà del libro sono contenuti gli scritti giovanili, in cui emerge con chiarezza come Vladimir Ulianov, avesse studiato con profondità le questione economiche, già nei primi anni della sua militanza.

Nel testo del 1893, A proposito della cosiddetta questione dei mercati, si risponde alle tesi che sostenevano la impossibilità di uno sviluppo integrale del capitalismo in Russia. Lenin dimostra come il capitalismo in Russia non solo esisteva da tempo, anche se il suo sviluppo era peculiare e certamente diverso da quello dell’Inghilterra studiato da Marx, ma che la rivoluzione socialista era possibile, a differenza di quello che sostenevano i populisti che gli opponevano una "rivoluzione contadina" di tipo patriarcale.

Sessant’anni fa Lev Trotskij, compagno di Lenin e dirigente della rivoluzione d’Ottobre, veniva assassinato in Messico da un sicario stalinista che gli trafiggeva il capo con una picozza. Per decenni la sua immagine è stata infangata dalle calunnie dei dirigenti ufficiali dei partiti comunisti.
Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video