Politica italiana - Falcemartello

Breadcrumbs

 

Sei anni di concertazione,
sei anni di passi indietro

 

Il governo si prepara a un nuovo "patto sociale" insieme a sindacati e Confindustria. Patto che potrebbe farci rimpiangere persino i disastrosi accordi di luglio.

Ancora una volta il sindacato sta andando a sedersi al tavolo di trattative importanti senza avere discusso prima con i lavoratori e senza aver fatto un serio bilancio di quello che sono stati i vecchi accordi.

D’Alema accetta l’abbraccio mortale di Cossiga

L’unica alternativa è riprendere la strada della lotta

Con la caduta del governo Prodi si è esaurita la "spinta propulsiva" del movimento del 1994 contro Berlusconi, che aveva portato alla sconfitta elettorale del Polo nelle elezioni del 1996. Questo è il bilancio che dobbiamo trarre dagli avvenimenti dell’ultimo mese.

 

Rifondazione comunista
i nodi vengono al pettine

 

Rifondazione comunista sta attraversando l’ora più difficile dal momento della sua nascita.

Nessuno può più nascondersi che è in gioco l’esistenza stessa del Prc. Di fronte a una crisi come questa valgono a poco appelli generici all’unità del partito, anzi rischiano di avere un effetto addirittura contrario: il migliore contributo all’unità del partito che oggi si può dare è quello di sviluppare nel modo più chiaro, aperto ed onesto possibile le proprie posizioni, permettendo così una reale democrazia nella discussione. La scelta di convocare per gennaio il congresso straordinario era, a questo punto, una necessità elementare.

Parma: la sconfitta delle comunali

Nelle comunali a Parma la sinistra ha subito una sconfitta storica, la seconda dal dopoguerra. È stato eletto sindaco Ubaldi, candidato del Polo e di Cossiga, col 58% dei voti contro il sindaco uscente Lavagetto, un notabile appoggiato da Ulivo e Rifondazione.

Governo Prodi, bilancio di 2 anni Manovre economiche: 120.000 miliardi
Privatizzazioni: 50.000 miliardi
Posti di lavoro: zero!

 

Nelle elezioni Pds e Prc pagano il prezzo di questa politica

 

Come previsto l’euforia per l’entrata nell’Unione monetaria europea (Ume) non è durata a lungo, le ottimistiche previsioni di crescita del Dpef (+ 2,5% del Pil nel ‘98) sono state miseramente smentite dai recenti dati forniti dalla Banca d’Italia che vedono addirittura calare il Pil dello 0,1% nel primo trimestre del ‘98

Dopo due anni di sacrifici per Maastricht

I lavoratori riprendono la parola

 

Per due anni il governo Prodi è riuscito a garantire la pace sociale, disinnescando ogni potenzialità di opposizione dei lavoratori alla sua politica di austerità. Per due anni, pareva che fosse calata una cappa soffocante sul movimento operaio, una cappa creata dall’azione congiunta del governo, dell’apparato sindacale, del gruppo dirigente del Pds. Gli avvenimenti di queste settimane indicano che questa fase si avvia a terminare. Possono passare forse ancora dei mesi, ma una cosa è chiara: le illusioni, le attese e le speranze suscitate dalla vittoria elettorale dell’Ulivo stanno lasciando spazio a stati d’animo molto diversi: delusione, impazienza, rabbia e infine una disponibilità a mobilitarsi.

 

Uniti contro l’invasore!

  

La recente tragedia di Cavalese ha riportato all’attenzione dell’opinione pubblica la questione delle basi americane in Italia; la tensione inoltre che ha ripreso a scatenarsi attorno al "vecchio" problema iracheno ha spostato poi l’attenzione sull’utilizzo che di tali basi viene fatto. Le due questioni non possono essere scisse: Bush, infatti, nel ‘91, al tempo della guerra del Golfo parlò esplicitamente di " nuovo ordine mondiale" da stabilire sulle macerie del muro di Berlino e sui cadaveri di chiunque non ne avesse accettato la logica.

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video