Breadcrumbs

• Finanziamento alle scuole private

• Leggi antisciopero

• Patto per il lavoro

• Libertà di licenziamento

Fermiamo l’assedio padronale a partire dallo sciopero dei metalmeccanici

Sono passati solo tre mesi dalla nascita del governo D’Alema, e già lo vediamo cadere nella stessa paralisi che ha condannato il governo Prodi. La nomina di D’Alema era stata vista come l’ultima possibilità di creare un governo politico sulla base di questo parlamento, e l’autorità personale del primo ministro e del suo partito avrebbero dovuto garantire quella stabilità che tutti invocavano.

Ma i fatti hanno dimostrato, già in pochi mesi, che questi erano solo sogni.

 

Sei anni di concertazione,
sei anni di passi indietro

 

Il governo si prepara a un nuovo "patto sociale" insieme a sindacati e Confindustria. Patto che potrebbe farci rimpiangere persino i disastrosi accordi di luglio.

Ancora una volta il sindacato sta andando a sedersi al tavolo di trattative importanti senza avere discusso prima con i lavoratori e senza aver fatto un serio bilancio di quello che sono stati i vecchi accordi.

D’Alema accetta l’abbraccio mortale di Cossiga

L’unica alternativa è riprendere la strada della lotta

Con la caduta del governo Prodi si è esaurita la "spinta propulsiva" del movimento del 1994 contro Berlusconi, che aveva portato alla sconfitta elettorale del Polo nelle elezioni del 1996. Questo è il bilancio che dobbiamo trarre dagli avvenimenti dell’ultimo mese.

 

Rifondazione comunista
i nodi vengono al pettine

 

Rifondazione comunista sta attraversando l’ora più difficile dal momento della sua nascita.

Nessuno può più nascondersi che è in gioco l’esistenza stessa del Prc. Di fronte a una crisi come questa valgono a poco appelli generici all’unità del partito, anzi rischiano di avere un effetto addirittura contrario: il migliore contributo all’unità del partito che oggi si può dare è quello di sviluppare nel modo più chiaro, aperto ed onesto possibile le proprie posizioni, permettendo così una reale democrazia nella discussione. La scelta di convocare per gennaio il congresso straordinario era, a questo punto, una necessità elementare.

Parma: la sconfitta delle comunali

Nelle comunali a Parma la sinistra ha subito una sconfitta storica, la seconda dal dopoguerra. È stato eletto sindaco Ubaldi, candidato del Polo e di Cossiga, col 58% dei voti contro il sindaco uscente Lavagetto, un notabile appoggiato da Ulivo e Rifondazione.

Governo Prodi, bilancio di 2 anni Manovre economiche: 120.000 miliardi
Privatizzazioni: 50.000 miliardi
Posti di lavoro: zero!

 

Nelle elezioni Pds e Prc pagano il prezzo di questa politica

 

Come previsto l’euforia per l’entrata nell’Unione monetaria europea (Ume) non è durata a lungo, le ottimistiche previsioni di crescita del Dpef (+ 2,5% del Pil nel ‘98) sono state miseramente smentite dai recenti dati forniti dalla Banca d’Italia che vedono addirittura calare il Pil dello 0,1% nel primo trimestre del ‘98

Dallo sciopero generale campano una nuova stagione di lotte

 Lo sciopero generale campano di venerdì 20 marzo, rappresenta un primo momento di mobilitazione dei lavoratori, dei precari e dei disoccupati di fronte al peggioramento delle condizioni materiali di vita e di lavoro.

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video