Breadcrumbs

Le radici filosofiche del conflitto Marx-Bakunin


 

Sono state fornite molte spiegazioni del conflitto tra Marx e Bakunin. C'è chi ha posto l'accento sul carattere intrattabile dei due filosofi, che precluse ogni accordo. Tuttavia ad un'analisi più attenta, come quella sviluppata in questo articolo (pubblicato sul sito In defence of Marxism), si noterà che le differenze tra marxismo ed anarchia sono così profonde da rendere le analogie più apparenti che reali.

La teoria della rivoluzione permanente costituisce una chiave decisiva per la comprensione del mondo contemporaneo. In questa concezione, che Trotskij elaborò lungo tutto l’arco della sua militanza, dagli albori della rivoluzione russa fino agli ultimi scritti nella fase precedente la Seconda guerra mondiale, si può trovare una base teorica granitica per affrontare i nodi decisivi del capitalismo odierno. Ripubblichiamo oggi questo libro non solo per rendere disponibile un classico da tempo non più ristampato in Italia. Tutti gli avvenimenti internazionali testimoniano che siamo ad una svolta decisiva nella storia mondiale.

La Rivoluzione Russa del 1905

La prova generale dell’Ottobre

introduzione all'edizione spagnola di 1905 di Lev Trotskij 

Lenin ha scritto che la Rivoluzione d’Ottobre del 1917 non avrebbe mai avuto luogo senza le precedenti esperienze della Comune di Parigi e delle rivoluzioni del febbraio 1917 e del 1905. Tutte queste insurrezioni ci forniscono un ricco bagaglio d’esperienze e meritano uno studio approfondito, e quest’ opera del grande rivoluzionario russo Leon Trotsky, presidente del soviet di Pietroburgo nel 1905 e uno dei principali attori di questo tremendo dramma storico, è di gran lunga la più importante al riguardo.

 

Materiale inedito dagli archivi sovietici
conferma la correttezza della posizione dei bolscevich

 

 

Per molti anni la stampa capitalista, eruditi professori e analisti borghesi hanno parlato dei “segreti negli archivi sovietici”. Si speculava molto dei “terribili segreti del regime comunista” che alla fine avrebbero confermato il “carattere maligno” del comunismo.

Di fronte alla seconda guerra mondiale

(pubblicato sui Cahiers Léon Trotsky, n° 23, settembre 1985)

Testi poco conosciuti

Pubblicando alcuni anni fa dei testi di Trotsky sulla seconda guerra mondiale1, Daniel Guerin li introduceva con una prefazione che gli avrebbe provocato un fuoco incrociato da parte degli organi di numerosi gruppi che all'epoca si richiamavano al trotskismo.

I recenti sviluppi in America Latina (Venezuela, Argentina) dove sempre più fabbriche producono sotto il controllo operaio rendono attuale un dibattito che da tempo era stato accantonato nel movimento operaio. Abbiamo già trattato l’argomento in precedenti articoli. Vogliamo ora mettere a conoscenza dei nostri lettori un contributo di Trotskij del 1931, rivolto ai propri sostenitori in Germania.

Ci pare che in questa lettera si risponda brillantemente a tutti coloro che dal versante destro (cooperativisti dell’ultima ora) e da quello sinistro (bordighisti e settari in genere) criticano questa parola d’ordine che è invece essenziale in America Latina come a livello internazionale in un contesto attraversato da una profonda crisi economica e sociale.

La redazione

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video