Breadcrumbs

un altro passo della borghesia verso un vicolo cieco

(dal sito In defence of Marxism)

Secondo il cardinale Gaudencio Rosales, vescovo di Manila, lo stato di emergenza dichiarato dalla presidente Gloria Macapagal Arroyo (GMA) sabato 25 febbraio dovrebbe essere accettato perché: “ciò che è importante è che, agli occhi di Dio, chiediamo unità”. La presidente GMA ha emanato il Decreto Generale numero 5 che in termini militari vuol dire doppio allarme rosso. Il pretesto per emanare il decreto è stato il presunto colpo di stato che si stava preparando contro di lei.

Per la prima volta nella storia delle Filippine è iniziata la procedura di impeachment contro il presidente. Josep Estrada, accusato dalla metà del Congresso di corruzione, accumulo di ricchezze e favoreggiamento del gioco d’azzardo.

L’impeachment, ossia l’atto formale di dichiarare un’alta carica dello Stato quale indegna a governare, era nell’aria da molti mesi a Manila. Il 14 novembre scorso una quota qualificata della Camera Bassa del Parlamento (Congress) aveva dato l’inizio al procedimento che trasforma temporaneamente il Senato in un tribunale di due dozzine di onorevoli i quali dovranno giudicare il presidente della repubblica a partire dal 7 dicembre.

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video