Breadcrumbs

Il 5 maggio scorso decine di piazze si sono riempite di studenti, professori e personale scolastico riunito per protestare contro il ddl “Buona scuola”. La partecipazione allo sciopero è stata un successo, con più dell’80% dei partecipanti tra i lavoratori del comparto scuola.

Nella facoltà di lettere dell’università di Trento non è più possibile accedere liberamente ai bagni. Recentemente l’amministrazione, dietro sollecitazione della lista studentesca di estrema destra “Atreju”’, ha limitato la fruizione del servizio igienico ai soli studenti in possesso della tessera universitaria.

“Deus vult!”(Dio lo vuole): queste sono state le parole di Luciana Contri, preside dell’istituto modenese “F. Selmi”, quando ha tentato di impedire che i rappresentanti dell’Arcigay, invitati dagli studenti, potessero partecipare all’assemblea di istituto del 31 marzo scorso su omofobia, transfobia e discriminazione. Argomento, questo, particolarmente sentito dagli studenti del Selmi, che in un sondaggio lo avevano scelto a larga maggioranza come oggetto della propria assemblea.
 

Mancano circa due mesi all’inizio di Expo 2015, e quella che viene presentata dal governo come la grande occasione di creare posti di lavoro si rivela sempre di più come una realtà di speculazione e sfruttamento. Su 20mila nuovi assunti per la manifestazione, 18.500 saranno volontari: non riceveranno cioè stipendio e non saranno sottoposti a tutele sindacali. Sempre in lotta si schiera contro il lavoro volontario, che non è vero lavoro ma pura pratica di sfruttamento di manodopera a costo nullo.
A questo proposito abbiamo intervistato lo studente Sasha Cattelan.

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video