Breadcrumbs

Pubblicato sul sito IDOM 5.12.2007 

L’attuale papa, Ratzinger o Benedetto XVI, come ha deciso di chiamarsi, lungi dall’essere un papa “di transizione” non solo sta seguendo le orme di Giovanni Paolo II, ma sta accelerando verso le posizioni del fondamentalismo cristiano. Anche se parla di riconciliazione, promuove conflitti, appoggia le posizioni reazionarie di politici tipo Bush e condanna chiunque voglia davvero cambiare le condizioni materiali di milioni di poveri e lavoratori.

Leggi tutto...

scritto nell’autunno del 1843 e pubblicato nell’unico numero degli "Annali franco-tedeschi" nel febbraio del 1844
 
Il fondamento della critica irreligiosa è: l’uomo fa la religione, e non la religione l’uomo. Infatti, la religione è la coscienza di sé e il sentimento di sé dell’uomo che non ha ancora conquistato o ha già di nuovo perduto se stesso. Ma l’uomo non è un essere astratto, posto fuori del mondo. L’uomo è il mondo dell’uomo, Stato, società. Questo Stato, questa società producono la religione, una coscienza capovolta del mondo, poiché essi sono un mondo capovolto. La religione è la teoria generale di questo mondo, il suo compendio enciclopedico, la sua logica in forma popolare, il suo point d’honneur spiritualistico, il suo entusiasmo, la sua sanzione morale, il suo solenne compimento, il suo universale fondamento di consolazione e di giustificazione. Essa è la realizzazione fantastica dell’essenza umana, poiché l’essenza umana non possiede una realtà vera. La lotta contro la religione è dunque mediatamente la lotta contro quel mondo, del quale la religione è l’aroma spirituale.
Leggi tutto...

Pubblicato in “Workers’ Republic”, 17 giugno1899

 

Forse su nessun punto le dottrine del socialismo sono così fraintese e così mal rappresentate come nei confronti della religione. Quando messo all’angolo su ogni altra questione, quando dal punto di vista dell’economia, della politica, della morale è a corto di argomenti, il tema della religione costituisce sempre la trincea finale del nemico del socialismo, specialmente in Irlanda.

Leggi tutto...

Una scienza quasi sconosciuta in Inghilterra, se si eccettuano pochi teologi liberaleggianti, i quali s’ingegnano a tenerla quanto più segreta possibile, è la critica storica e linguistica della Bibbia, l’indagine intorno all’età, l’origine e il valore storico dei vari scritti che comprendono l’Antico e il Nuovo Testamento.

Leggi tutto...

Il 13 aprile è morto a Berlino un uomo che aveva esercitato un tempo una certa influenza come filosofo e teologo, ma che da anni, quasi dimenticato, aveva attirato su di sé l’attenzione del pubblico solo di tanto in tanto, come uno «stravagante delle lettere». I teologi ufficiali, e tra essi anche il Renan, lo copiavano e perciò, unanimi, non parlavano affatto di lui. Eppure egli valeva più di tutti loro e più di tutti loro ha lasciato la sua traccia in una questione che interessa anche noi socialisti: la questione dell’origine storica del cristianesimo.

Leggi tutto...

 Marx scrisse che la religione è l’oppio dei popoli. L’osservazione può essere compresa solo se la si intende in senso letterale. La religione, come le droghe, sembra offrire una via di fuga da una realtà orribile, di miseria – e non solo materiale – di sfruttamento, di oppressione e sopraffazione, dove le tragedie individuali e collettive che si abbattono su ogni essere umano sono talmente abnormi e incontrollabili da non poter avere altra spiegazione se non con l’agire di una qualche forma di intelligenza superiore che impone i suoi disegni imperscrutabili.

Leggi tutto...
Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video