Breadcrumbs

Quando nel 1917 Lenin scrisse Stato e rivoluzione gli avvenimenti politici in Russia stavano attraversando una inarrestabile accelerazione. Un mese dopo la scrittura del testo la rivoluzione trionfò portando al potere il proletariato.

L’Espresso qualche anno fa pubblicò un reportage sulle giovani coppie omosessuali in Italia. Venni intervistato, ma la mia storia non fu pubblicata. Motivo? Io e il mio fidanzato ci eravamo conosciuti il 25 aprile, al corteo per l’anniversario della Liberazione. Troppo politico, i militanti non favoriscono l’identificazione dei lettori! L’apoliticismo è lo standard della società.

Richiedilo , al prezzo di 5 euro, scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La guerra civile ucraina rappresenta un punto di svolta decisivo nella situazione politica mondiale. La crisi iniziata nel dicembre del 2013, il rovesciamento di Yanukovich, l’insediamento a Kiev del governo di Yatseniuk, una coalizione tra l’oligarchia e i partiti neonazisti, lo scatenarsi della repressione fino al massacro di Odessa del 2 maggio, l’annessione della Crimea alla Russia, la rivolta delle regioni orientali e l’aperta guerra civile con l’intervento dell’esercito ucraino e dei battaglioni paramilitari, sono le tappe di uno scontro che ha diviso profondamente non solo l’Ucraina ma l’intera “opinione pubblica” mondiale.

La rivoluzione dei garofani

 

Nella primavera del 1975, il Times titolava: “Il capitalismo in Portogallo è morto”. Era stato nazionalizzato approssimativamente il 75 per cento dell’economia e fuori dalle banche occupate dai lavoratori, campeggiava la scritta sugli striscioni “Banca del popolo”.

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video