Breadcrumbs

Nell’ultimo periodo è balzato agli onori della cronaca il drammatico problema delle diffuse violenze sessuali in India. Le azioni brutali presentateci sui giornali, con stupri di gruppo e omicidi ai danni di alcune bambine, mostrano solo la punta dell’iceberg di quello che è, invece, un dramma quotidiano, che coinvolge migliaia di donne in uno stato di costante sopraffazione e degrado.

La vittoria schiacciante del BJP e l’ascesa fulminea di Narendra Modi come leader populista hanno stordito un gran numero di analisti laici e progressisti in India e a livello internazionale. Speravano in realtà, contro ogni logica, che il risultato fosse diverso dalle previsioni degli esperti sui media borghesi.

La sinistra punita per le politiche di collaborazione di classe

Le recenti elezioni in India sono state dipinte dai mass media borghesi come una “fuga dalla sinistra." Ma ciò non è affatto vero. La realtà è che le politiche dei due principali partiti comunisti sono state tali che le masse non potevano identificarli come un’alternativa reale al partito del Congresso. Per i loro errori i due partiti comunisti hanno pagato un prezzo molto caro: il nostro compito è quello di imparare dall’esperienza per rompere con le politiche di collaborazione di classe.


L’attentato a Mumbai ha provocato commozione e stupore in tutto il mondo. Con 188 morti e 300 feriti, è sicuramente uno degli attentati più sanguinosi della storia dell’India.

I mass media italiani hanno accolto con una certa sorpresa i risultati elettorali in India. Il gigante asiatico sembrava lanciato verso una crescita economica ininterrotta, +8% del Pil solo l’anno scorso, che avrebbe portato benessere e sviluppo a tutta la popolazione. Invece il responso delle urne è stato una sonora sconfitta della coalizione di destra al governo, guidata dal reazionario Bjp.

I commentatori dei giornali della borghesia, ma anche alcuni di sinistra, spiegavano la sconfitta del Bjp e la vittoria del Congress come l’affermazione dell’India profonda che “resiste al cambiamento e alla modernizzazione” portata avanti dal governo di Vajpayee negli scorsi anni.

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video