Breadcrumbs

Per decenni basata su un’economia molto tradizionale, agricola, turistica e industriale, Cipro ha visto aprirsi una possibilità di inedito sviluppo con il crollo dei paesi dell’Est. Dall’inizio degli anni ’90, molte società russe hanno aperto a Cipro, godendo di un trattamento di favore. L’isola rappresentava il classico modello economico basato sullo strapotere della finanza, sulla libertà dei movimenti di capitale, sulla bolla immobiliare. Il sistema bancario aveva dimensioni circa otto volte superiori al Pil.


Ancora una volta profitti privati e perdite pubbliche


Uno, nessuno e centomila: prendiamo a prestito il titolo di un'opera di Pirandello in riferimento alla vicenda Monte dei Paschi di Siena. Pirandello in fondo criticava le apparenze, nutrendo però una profonda sfiducia nella possibilità di conoscere la sostanza della realtà.

La crisi economica mondiale ha deteriorato a tal punto le finanze pubbliche in tutto il mondo che l'ultimo World Economic Outlook del Fondo Monetario Internazionale ha giustamente come titolo “Affrontando alti debiti e una bassa crescita". Un capitolo del WEO è specificamente dedicato ad analizzare alcuni esempi storici per vedere se ci sono lezioni per  l'oggi[1]. L'esito è molto interessante.

Lo scorso 6 settembre la Banca centrale Europea (Bce) ha varato tra il plauso generale il programma Omt (operazioni monetarie dirette): acquisti illimitati di titoli di Stato con scadenza tra uno e tre anni dei paesi dell’eurozona che ne facessero richiesta. Come accaduto con la Grecia, lo Stato che accede all’Omt deve sottoscrivere un memorandum dove si impegna ad invasive misure d’austerità.

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video