Breadcrumbs

Autorità nazionale palestinese (Anp) - nata dagli accordi di Oslo (1993), e del Cairo (1994). Presieduta da Yasser Arafat e da un Consiglio legislativo palestinese eletto nel 1996, “amministra” circa il 40% della striscia di Gaza e le città palestinesi della Cisgiordania, sotto l’incombente presenza militare israeliana.

Diaspora - dal greco, “disseminazione”, “spargimento”. Dispersione di un popolo esiliato dalla sua terra. Per antonomasia riferito alla diaspora ebraica, dopo il 1948 anche usato per descrivere la condizione del popolo palestinese.

Fatah - arabo, “conquista”. Partito nazionalista palestinese di matrice piccolo-borghese nato nel 1961 dalla rivista “Our Palestine” pubblicata in Egitto da Yasser Arafat, che ne è dalla nascita leader incontrastato. Fatah nasce in contrapposizione al verticistico Olp di Shukeiri, su posizioni favorevoli alla lotta armata di liberazione basata sul popolo palestinese. La crisi dell’Olp dopo il 1967 ne determina la scalata da parte di Arafat e Fatah tra il 1969 e il 1970. Dopo la nascita dell’Anp e l’esplosione della seconda Intifadah, settori di Fatah e dei Tanzim (organizzazione giovanile legata a Fatah) hanno costituito un braccio armato anche protagonista di attacchi con uomini (e persino donne) bomba, le Brigate dei martiri di al-Aqsa.

Fronte popolare per la liberazione della Palestina (FPLP) - Storica formazione della sinistra palestinese di matrice stalinista. Il suo leader storico è George Habash.

Fronte democratico per la liberazione della Palestina (FDLP o FD) - Dopo una velocissima parabola nei primi anni ’70 dall’estrema sinistra antistalinista dello schieramento palestinese a posizioni nazionaliste influenzate dallo stalinismo, il FDLP si schierò decisamente tra i settori nazionalisti più moderati.

Haganah - Forza di difesa ebraica nata nel 1920 sotto il controllo dell’Histadrut. Nel 1931 passa alle dipendenze dell’Agenzia ebraica strutturandosi come polizia ebraica. Nel 1948 costituirà la spina dorsale dell’esercito del nuovo stato israeliano. Tra i suoi fondatori David Ben-Gurion.

Hamas - “Movimento di resistenza ismamica”. Filiazione diretta della Fratellanza musulmana a Gaza che, di fronte alla prima Intifadah, preferisce non esporsi in prima fila nella mobilitazione ma allo stesso tempo delibera di partecipare. Il congresso fondativo di Hamas è nell’agosto del 1988 a Gaza. Tra i leader lo sceicco Yazzin e A. Rantisi. Pur essendo un partito legato alla chiesa musulmana sunnita dal 1992 ha stretto alleanza con gli Hezbollah libanesi e riceve finanziamenti sia dalle monarchie sunnite del Golfo che dall’Iran. Il suo braccio armato, le Brigate Izz al-Din al-Qassam, gode di una certa autonomia operativa, spesso finendo in apparente (o reale) contrasto con la direzione del braccio “politico”.

Hezbollah - “Partito di Dio” degli sciiti libanesi filoiraniani. Hanno portato avanti una guerra di logoramento ventennale contro gli israeliani nel sud del Libano.

Histadrut - “Confederazione generale dei lavoratori ebrei nella terra d’Israele”. Fondata dai partiti “socialisti” sionisti nel 1920. Organizza i lavoratori israeliani ma al contempo è parte integrante dello Stato e gestisce direttamente un settore importante dell’economia cooperativa e privata israeliana (pari ad oltre il 20% dell’economia, inclusa la principale banca).

Intifadah - In arabo: “scuotersi”, “scrollarsi di dosso”. Così è chiamata la rivolta iniziata l’8 dicembre 1987 dai palestinesi dei Territori occupati per “scrollarsi di dosso” l’occupazione israeliana, altrimenti detta “rivolta delle pietre”. Per analogia, viene chiamata così la più recente Intifadah di al-Aqsa, scoppiata nell’ottobre del 2000 nei territori dell’Anp e all’interno di Israele fra gli arabi israeliani.

Irgun Zwai Leumi (IZL) - “Organizzazione militare nazionale”. Nel 1930-31 nasce l’Irgun Bet da una scissione di ufficiali della destra ebraica dall’Haganah. Nel 1937 questa organizzazione si trasforma nell’IZL ed inizia una campagna terroristica sistematica contro le comunità arabe. Tra i dirigenti il sionista di simpatie naziste Jabotinski e il futuro premier israeliano Menahem Beghin.

IDF (Tsahal) - “Israeli Defence Force”. Esercito israeliano formato nel 1948 dalla confluenza di Haganah, Irgun e banda Stern.

Jihad islamica - formazione armata palestinese minore che nel 1980-81 si scisse dalla Fratellanza musulmana a Gaza su posizioni filoiraniane.

Kibbutz - Azienda agricola di coloni ebraici a carattere collettivistico. Il primo Kibbutz, Degania, fu fondato nel 1909. Rigorosamente escluso il ricorso a manodopera araba.

LEHI (o banda Stern) - “Combattenti per la libertà d’Israele”. Gruppo terroristico scissosi dall’Irgun a causa della collaborazione di Irgun e Haganah con i britannici durante la Seconda guerra mondiale, responsabile di clamorosi attentati terroristici contro britannici e palestinesi. In questa formazione si è fatto le ossa l’attuale premier israeliano Ariel Sharon.

Moshavot - prime colonie agricole ebraiche fondate nell’ultimo ventennio dell’Ottocento. Manodopera e sorveglianti erano reclutati prevalentemente tra gli arabi.

Mossad Merkazi Le Modin Uletafkidim (meglio noto come Mossad) - “Istituto centrale per l’intelligence e le Missioni Speciali” israeliano, fondato nel 1951. Responsabile di tutte le operazioni all’estero.

Nakba - arabo, “Catastrofe”. Così gli arabi hanno chiamato la nascita d’Israele e la sconfitta nella guerra del 1948-49 contro il nuovo stato israeliano.

Organizzazione per la liberazione della Palestina (OLP) - Formata nel 1964 sotto il controllo di vari paesi arabi, entra in crisi dopo la sconfitta araba nella guerra del 1967. Yasser Arafat ne scala i vertici con il suo partito, Fatah, tra il 1969 e il 1970. Il 27 novembre 1973, nel vertice arabo di Algeri l’OLP, è riconosciuta unica legittima rappresentante del popolo palestinese

Shin Beth, poi Shabak - Servizio segreto responsabile per la sicurezza interna dello stato israeliano (inclusi i Territori occupati).

Sionismo - movimento piccolo-borghese ebraico strutturatosi nel 1897 con l’obiettivo di costituire uno stato ebraico in terra di Palestina. Sion era il nome della originaria cittadella ebraica di Gerusalemme.

Yishuv - Embrionale amministrazione autonoma ebraica dotata di vari apparati civili e militari nella Palestina del Mandato britannico.

16 Novembre 2003 

Joomla SEF URLs by Artio