Breadcrumbs

Charlie Wilson, allora capo della General Motors, disse nel 1955 che ciò che va bene per General Motors va bene per il paese e viceversa. Ieri, le azioni del colosso dell’auto sono scese al livello più basso dal 1946 per il timore degli investitori che l’azienda finite le riserve di denaro in poche settimane e dovrà richiedere il concordato fallimentare (“Wall Street Journal” 11.11.08).


Considerando lo stato delle finanze pubbliche statunitensi, che hanno duplicato il debito solo negli ultimi 6 mesi, potrebbe essere vero anche questa volta che l’andamento della General Motors riflette quello del paese.
Joomla SEF URLs by Artio