Breadcrumbs

Lo scorso 23 aprile, a ridosso di una giornata importante come il 66° anniversario della Liberazione, all’Arci Umanitaria di via Solari 40 i compagni del circolo Prc Dimitrov hanno organizzato lo spettacolo “Mai Morti” di Renato Sarti, che ha ripercorso la nostra storia recente, attraverso i racconti di un fascista mai pentito, per riflettere su quanto in Italia razzismo, nazionalismo e xenofobia siano ancora difficili da estirpare.

Questa è stata un’iniziativa importante, innanzitutto per sottolineare il ruolo reale che i fascisti hanno in questa società, come è stato dimostrato dalle provocazioni avvenute allo spazio Guicciardini durante la commemorazione del compagno Amoruso, ucciso nel ’76 dai fascisti. Se a Milano c’è il tentativo di assegnare spazi alle forze di estrema destra, c’è invece chi deve difendersi dagli attacchi della giunta Moratti uno spazio importante come il circolo Prc Dimitrov, ormai sotto sfratto da più di un anno e mezzo, in cui giovani militanti, studenti e lavoratori, parlano di politica e organizzano le lotte, al fianco degli inquilini. Il “teatro” di questa iniziativa è stato il quartiere Umanitaria, primo quartiere operaio di Milano, ora case popolari, i cui inquilini sono minacciati dalla speculazione immobiliare che vorrebbe farne degli alloggi di lusso per pochi ricchi. A fronte di 20mila richieste di alloggi a canone agevolato, un centinaio di case lasciate sfitte danno prova del grande sogno: eliminare l’edilizia pubblica!

 

In questa serata si è potuto rivivere dopo tanti anni la socialità con molti inquilini del quartiere. I compagni del circolo Prc Dimitrov, con l’aiuto degli abitanti sono riusciti a far “risvegliare” la vecchia bocciofila, ormai abbandonata al degrado e all’immondizia, facendo una grigliata prima dello spettacolo.

“Mai Morti” è stato solo il trampolino di lancio per dare il via ad una serie di iniziative politiche che possano far riflettere gli abitanti del quartiere sull’importanza di unirsi e lottare per far avanzare i propri diritti, quello di avere una casa e un lavoro, e quindi migliorare le proprie condizioni di vita. Il 19 maggio, Ciro D’Alessio, operaio Fiat, verrà all’Umanitaria a presentare il libro “Pomigliano non si piega”, un libro che parla di una lotta operaia, scritto e presentato da chi la lotta l’ha vissuta davvero!

Joomla SEF URLs by Artio