Breadcrumbs

Sabato 9 maggio Casa Pound ha inaugurato una sede a Pavia, con la presenza del loro responsabile nazionale Gianluca Iannone. CP si è presentata come associazione culturale “il Pendolo”, ingannando l'affittuario, ma è un'organizzazione dichiaratamente fascista e non deve avere agibilità politica. Inoltre la sede si trova a meno di 50 metri dal circolo Arci Radioaut, in modo palesemente provocatorio.
Tutti gli antifascisti di Pavia si sono mossi appena venuti a conoscenza della notizia, per contrastarne l'apertura. Durante un'assemblea pubblica molto partecipata, le forze antifasciste della città hanno programmato un presidio nei pressi di Radioaut (che quel giorno prevedeva alcune iniziative) e una campagna di volantinaggi informativi nelle zone limitrofe al luogo di apertura. La risposta degli abitanti e dei commercianti della zona è stata buona (a parte rare eccezioni) e abbiamo trovato appoggio e preoccupazione. Il sabato il presidio è stato molto partecipato e ha retto per circa 8 ore: nel momento di maggior affluenza si contavano circa 400 persone. Purtroppo non è stato possibile impedirne l'apertura, ma lotta perché il loro covo venga chiuso non finisce qui.

Quella dell'Anpi e di tutte le forze antifasciste non è una mobilitazione che nasce dall'oggi al domani, ma un percorso che ha visto un'insistente mobilitazione per ottenere dal comune un regolamento, che proibisse ai fascisti di organizzare banchetti nella città. A questo scopo il 7 febbraio si è svolto un presidio nei pressi del municipio. E' stata poi presentata una mozione in consiglio comunale, ma ad oggi il regolamento non si è ancora visto (nonostante le promesse del PD). L'Anpi si è anche occupata di volantinaggi antirazzisti, che smascherassero tutte le menzogne che Lega Nord, CP  e fascisti vari diffondono in città, di numerose iniziative antifasciste, tra cui un convegno su Ferruccio Ghinaglia, fondatore della gioventù comunista pavese, assassinato dai fascisti nel 1921 e tante altre iniziative. Insomma sono mesi che in città si lavora su questo fronte.

In passato a Pavia si sono verificate altre situazioni in cui i fascisti (di altre organizzazioni) tentarono di aprire o aprirono sedi. Per citare solo i più recenti, ricordiamo Forza Nuova, che aprì una sede a pochi metri dall'allora CSA Barattolo. Noi avevamo predetto che FN avrebbe aggredito qualcuno e così fu. Una sera 7 compagni, che si dirigevano al Barattolo, furono aggrediti dai militanti di FN (era il 2008). A seguito della reazione immediata dei compagni e di una manifestazione cittadina molto partecipata, la sede venne chiusa. Nel 2012 i naziskin tentarono di aprire una discoteca nazi dal nome Clubhouse88. Le proteste della città ne impedirono l'apertura.
Il fascismo è un pericolo per l'incolumità di tutti. Chi teorizza che gli immigrati sono inferiori, chi fa della violenza la propria base fondante, chi si richiama esplicitamente al fascismo e al nazismo non deve avere libertà d'espressione.
Il fascismo a Pavia non passerà, gli faremo chiudere anche quella sede!

 

Joomla SEF URLs by Artio