Breadcrumbs

il colpevole è il capitalismo

 

Ci sono voluti ben sette giorni per quantificare, in circa 3.600, le tonnellate di idrocarburi che sono finite nel Lambro e quindi nel Po alla fine di febbraio. Un ammontare ancora non quantificato è sicuramente stato depositato sulle rive e i fondali del Lambro e del Po e la metà degli inquinanti è formata da olii combustibili, che contengono idrocarburi policiclici aromatici, sostanze dichiaratamente cancerogene. Inoltre nel caos dei primi giorni sono state versati altri inquinanti da altre mani criminali.

Dal 7 al 18 dicembre 2009 i riflettori di tutto il mondo sono stati puntati sulla XV Conferenza dell’Onu sul clima, tenutasi a Copenhagen: 15mila partecipanti da 192 paesi, tra cui 98 capi di stato e di governo impegnati in 12 giorni di trattative, 40mila tonnellate di CO2 emesse per l’organizzazione del vertice... per arrivare ad un nulla di fatto

Il vertice di Copenhagen si è concluso con un fallimento totale, che i delegati dei governi presenti non sono riusciti nemmeno a mascherare. La ragione è che per il capitalismo anche le problematiche legate al clima sono una fonte di profitto e tutti i governanti riunitisi nella capitale danese non riescono a concepire alcuna soluzione al di fuori delle logiche del capitalismo, se si eccettuano per diverse proposte formulate da Chavez e Morales. Questo articolo pubblicato da www.marxist.com, analizza gli enormi interessi che incombevano sulla conferenza di Copenhagen.

Il mese di novembre segna il 150esimo anniversario della pubblicazione dell’Origine delle specie di Charles Darwin. Questo libro rivoluzionò il modo di pensare il mondo vivente dato che per la prima volta veniva fornita una spiegazione per l’evoluzione delle specie, qualcosa che fino ad allora era stata a lungo solo sospettata dagli scienziati. La semplice idea di Darwin - il cambiamento attraverso la selezione naturale - e indubbiamente una delle fondamenta più importanti su cui tutta la moderna biologia si basa. L’Origine delle specie fu il trionfo dell’approccio materialista, sebbene Darwin stesso non l’avesse concepita in quel modo, e per questa ragione la sua pubblicazione venne salutata positivamente da Marx ed Engels.

La Gloria, 3.000 abitanti nello stato messicano di Veracruz. Nel mese di febbraio di quest’anno Edgar Hernandez, 4 anni, si ammala di quella che sembra una semplice influenza. Abita vicino ad un gigantesco allevamento di maiali di proprietà di una compagnia Usa, la "Granjas Carroll”, posseduta per il 50% dalla Smithfield Food, che possiede otto fattorie dei dintorni di La Gloria, in cui vengono uccisi più di un milione di animali l'anno.

  O la borsa o la vita!

Come segnalato da Tito Boeri, il professore della Bocconi animatore del sito lavoce.info, “solo il 2,4% dei farmaci lanciati sul mercato tra il 1981 e il 2008 rappresenta un’importante progresso terapeutico. L’80% dei “nuovi” farmaci è costituito da copie di prodotti già esistenti. L’unica cosa cambiata è il prezzo, spesso duplicato o triplicato”… Sempre Boeri ci informa che “nell’industria farmaceutica gli investimenti nel marketing sono il doppio di quelli destinati alla ricerca…”


Utopia della decrescita o alternativa rivoluzionaria?

Dagli annunci del governo sul rilancio del nucleare all’emergenza rifiuti in Campania, la questione ambientale si impone ancora una volta e con estrema urgenza al dibattito che anima la sinistra.
 
Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video